18 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.05
Messina

BENFAPP AVANTI NELLA SERIE 1-0

Orlandina, buona la prima: Bergamo cede il passo in gara uno

26 Maggio 2019

L’Orlandina non sbaglia la prima di semifinale del 25 maggio e batte Bergamo con un rotondo 90-73. Il quintetto di coach Sodini indirizza la gara nel secondo quarto, per poi gestire durante il resto dell’incontro. Bergamo rimane in partita solo all’inizio, poi tenta un disperato rientro durante il terzo quarto ma viene spenta dai suoi stessi errori in attacco. Gli orobici hanno conquistato molti palloni a rimbalzo, ma con percentuali di realizzazione troppo basse. Devastante, come al solito, l’impatto sulla gara di Brandon Triche, 35 punti e 13 assist in 28 minuti di partita.

Parte bene Capo d’Orlando, che inizia a condurre il match già dalle fasi iniziali con una tripla di Triche. Bergamo però rimane in partita grazie all’azione di Casella e alle giocate di Roderick, croce e delizia dei suoi, chiudendo così il primo quarto sul -3. La ripresa si apre con i bergamaschi che accorciano le distanze e si portano sul -1, ma gli errori orobici da un lato e la tripla di Triche dall’altro, riportano Capo d’Orlando a distanza di sicurezza.

A metà secondo quarto sale in cattedra Jordan Parks, il quale piazza tre triple pesantissime che, unite al canestro da due di Bruttini, portano la Benfapp fino al +17 di parziale. Bergamo, dal canto suo, conquista tanti rimbalzi offensivi ma non riesce mai a concretizzarli, tirando con il 29% di squadra a metà gara. Il secondo quarto si spegne sul 48-34 per l’Orlandina.

Al rientro dagli spogliatoi, parte bene l’Orlandina con Bellan, che piazza 5 punti consecutivi in apertura di quarto. La Benfapp sembra in pieno controllo dell’incontro ma Bergamo reagisce e si riporta sotto, approfittando di un momento di confusione offensivo dell’Orlandina. Benvenuti trascina i suoi con 8 punti consecutivi e riporta i suoi fino al -7. Marco Sodini chiama time-out ma è solo grazie agli errori offensivi di Bergamo che l’Orlandina sopravvive all’assalto bergamasco. L’esperienza di Brandon Triche (canestro con fallo che porta tre punti) e la precisione di Parks (implacabile dall’arco) fanno il resto, ristabilendo le distanze e portando la Benfapp sul +16 alla fine del terzo quarto.

L’ultimo quarto è un puro atto di esercizio stilistico, deciso dall’antisportivo di Zugno che consegna cinque punti alle casse dell’Orlandina. La partita si chiude con la resa di Bergamo, il pallone posato a terra e la Benfapp che vince 90-73. Migliore in campo Brandon Triche, devastante per quantità e qualità del suo gioco, nonché per le sue percentuali realizzative. Lunedì si torna in campo per gara due, con l’Orlandina che cercherà di porre sui binari giusti la serie di semifinale.

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.