21 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 21.42
Palermo

La denuncia del consigliere comunale

Palermo: Borgo Nuovo un quartiere dimenticato. La denuncia di Sabrina Figuccia

24 Aprile 2019

Diverse le zone della città di Palermo che sono abbandonate e nel degrado tra queste il cortile esterno dei locali che ospitano gli uffici della Quinta Circoscrizione in Largo Pozzillo, a Borgo Nuovo, che si presenta con cumuli di rifiuti ed erbacce.

largo Pozzillo -palermoHo chiesto a Rap, Reset e settore Ambiente del Comune un intervento urgente per pulire tutta la zona, che, mi auguro, possa diventare un parco giochi per i bambini del quartiere” a dirlo è Sabrina Figuccia, consigliere comunale di Palermo dell’Udc, che ne ha denunciato il degrado: “E’ l’occasione giusta per ridare un po’ di decoro a un quartiere della città da troppo tempo abbandonato, dove gli spazi pubblici praticamente non esistono e che da tutti viene considerato soltanto come un enorme dormitorio“.

Con pochissimo – aggiunge la Figuccia – invece, avremo l’occasione per trasformare un luogo di degrado a un centro dove a farla da padrone saranno i sorrisi e le risate dei bambini, che magari potranno giocare in tutta sicurezza, in un’area protetta e non, come spesso capita, in mezzo alla strada, mentre i propri genitori sono impegnati con gli uffici della Circoscrizione”.

Appena terminato l’intervento di pulizia e di riqualificazione, chiederò che il cortile diventi un luogo colorato e ricco di gioia” conclude Sabrina Figuccia.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Rimembranze in un caldo giorno di luglio

Quando in giornate come queste si perdono o si commemorano personaggi di grande spessore personalmente non mi sento solo per la loro assenza, ma mi sento solo per la mancanza all’orizzonte di personaggi con potenzialità tali da eguagliarne lo spessore.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.