13 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.21
Palermo

l'intervista

Palermo, deficit strutturale e Rap. L’assessore al bilancio D’Agostino: “Problemi risolvibili” | Video intervista

8 Agosto 2019

 

Guarda in alto la video intervista

ilSicilia.it ha intervistato l’assessore comunale al Bilancio, Roberto D’Agostino per discutere di alcuni temi che in questi giorni tengono banco: deficit strutturale e i circa 10 milioni che servirebbero a Rap per il trasporto dei rifiuti soliti urbani a Catania dopo la chiusura della sesta vasca di Bellolampo.

Per quanto riguarda il bilancio consuntivo 2018 del Comune di Palermo è stato registrato uno sforamento di alcuni dei paletti fissati per lo stato di deficit strutturale “in base ai nuovi parametri introdotti a gennaio 2019″.

Sulla base dei nuovi parametri – dice l’assessore al Bilancio, Roberto D’Agostino – si è determinata una situazione formale di deficit, che ha ripercussioni per l’Amministrazione comunale e per i cittadini, prime fra tutte l’aumento obbligatorio per legge delle tariffe dei servizi a domanda individuale, come la retta degli asili, la mensa scolastica, l’impiantistica sportiva, i servizi cimiteriali, e il sostanziale blocco di qualsiasi procedura di assunzione o stabilizzazione dei lavoratori“.

Inoltre, alla Rap servono circa dieci milioni per la copertura dei servizi, mentre la città affonda nei rifiuti. Di fatto, in una delibera del 31 marzo 2019, proprio per evitare ripercussioni economiche e non solo, era stato dato mandato all’ufficio Ambiente, di agire “in stretto rapporto con Rap spa e con SRR, affinché assumesse entro il 30 giugno 2019, ogni pertinente iniziativa finalizzata all’eventuale aggiornamento dei costi attualmente dedotti nel piano, a tal fine adottando una formale segnalazione da inviare alla Ragioneria generale ai fini dell’approvazione“.

Il valore corretto e definitivo non lo sapremo fino a quando non saranno chiari  i parametri da cui dipende questo sovrapprezzo conseguente al trasferimento della parte secca dei nostri rifiuti, per farlo serve avere chiara l’esatta quantità dei rifiuti da trasferire e i chilometri necessari per il trasferimento. Acquisiti questi dati a seguito delle interlocuzioni tra l’Amministrazione comunale e la Regione che ci sono state e ci saranno si potrà comprendere come ripartire questo sovrapprezzo“, conclude D’Agostino.

 

 

LEGGI ANCHE:

Comune di Palermo: bilancio consuntivo in deficit. Orlando annuncia ricorso contro il Governo

Rap, opposizioni all’attacco: “Possibili disservizi e aumento Tari a Palermo” | Video

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Non aprite quella pentola…

Vi sono diverse variabili che interferiscono con la comunicazione fra individui. Il livello di intimità raggiunto e il linguaggio del rifiuto utilizzato possono contribuire alla percezione distorta dei fatti e alla creazione di pregiudizi ed equivoci. Tutto dà voce a quei pensieri che sono fuori dalla consapevolezza.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.