19 febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 20.20
Palermo

Blitz sì, ma non a sorpresa

Palermo, niente multe nei locali di amici. Indagati tre vigili

12 ottobre 2017

Devono rispondere di abuso d’ufficio e di rivelazione dei segreti delle indagini tre vigili urbani finiti sotto inchiesta a Palermo.

Secondo l’accusa avrebbero avvertito dei controlli alcuni titolari di locali,  nella zona Olivella, che avrebbero dovuto essere ispezionati. I tre sono stati raggiunti da un avviso di conclusione delle indagini.

L’ipotesi è stata fatta sulla base dell’acquisizione dei tabulati telefonici dei periodi delle verifiche, ad agosto 2015 e nello scorso inverno. L’inchiesta ha mosse i primi passi dopo che il titolare di un negozio della zona della movida, che aveva subito molte contravvenzioni, era andato in Procura per denunciare che alcuni vigili avrebbero favorito i suoi concorrenti, non multandoli  o infliggendo l sanzioni minime. Pare che dai tabulati  sia stato trovato un riscontro a questa ipotesi.

Sulla vicenda è  intervenuto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

Non è certamente questo il senso civico, deontologico e professionale che i cittadini si aspettano dal personale della polizia municipale, che, nella sua stragrande maggioranza, offre quotidianamente un servizio alla cittadinanza – sottolinea Orlando -. Per questo, il Comune di Palermo si costituirà parte civile nel provvedimento giudiziario, per tutelare l’immagine del Corpo e dei suoi operatori”. 

 

 

 

 

Tag:
Rosso di sera di Elio Sanfilippo
Ricordo di Bettino Craxi
L’anniversario della scomparsa di Bettino Craxi, avvenuto la scorsa settimana, non ha avuto alcun momento significativo nel ricordare una personalità rilevante che, senza nascondere errori e contraddizioni, fu protagonista importante dell’ultima fase di quella che viene definita comunemente la Prima Repubblica, segnata, peraltro, da avvenimenti drammatici.
CapitaleMessina di Gianfranco Salmeri
Troppo tardi, Renzi!
È troppo tardi: l’appeal politico di Renzi è al minimo storico, la sua immagine di “rottamatore” non è più credibile. Adesso è bene che faccia un passo indietro...