16 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 11.58
Palermo

durante gli eventi pubblici

Palermo, Orlando mette al bando la plastica: “Multe fino a 500 euro”

3 Febbraio 2019

Il Comune di Palermo mette al bando la plastica. Multe, da 50 a 500 euro, ai locali che servono ai loro clienti bottiglie, bicchieri o stoviglie di plastica. Lo prevede un’ordinanza del sindaco, Leoluca Orlando, che entrerà in vigore il 15 febbraio.

L’ordinanza riguarda le feste pubbliche, manifestazioni, concerti, sagre, mercatini ed eventi pubblici su suolo pubblico. Per i trasgressori sono previste multe salate, da 50 a 500 euro, appunto. I controlli saranno affidati alla polizia municipale.

Ecco cosa recita l’ORDINANZA N. 12 DEL 01/02/2019 (QUI IL PDF)

«Riduzione dei rifiuti, incremento della raccolta differenziata, mitigazione dell’impatto ambientale – Divieto dell’uso e della commercializzazione su suolo pubblico degli shoppers (sacchi asporto merci) in polietilene, dei contenitori e delle stoviglie monouso non biodegradabili.

Sanzioni da 50 a 500 euro, da applicare ad esercenti/operatori commerciali, anche di tipo ambulante, o privati, associazioni, enti etc, in occasione di feste pubbliche, manifestazioni, concerti, sagre, mercatini ed eventi similari svolgentisi su suolo pubblico, sia occasionali che periodici, che commercializzino o distribuiscano agli espositori partecipanti ed agli utenti sacchetti nonché stoviglie (piatti, bicchieri, posate, cannucce, bastoncini mescolatori etc.) che non siano realizzati in materiale biodegradabile e compostabile».

Paolo Caracausi
Paolo Caracausi

Per il presidente della Terza commissione del consiglio comunale di Palermo, Paolo Caracausi (Idv), “l’ordinanza del sindaco Orlando che rende anche Palermo una città ‘Plastic-free’, limitando l’uso della plastica, va nella giusta direzione: alcuni mesi fa in consiglio comunale è stato approvato un ordine del giorno, presentato da Idv, che impegnava il sindaco proprio in questo senso. Siamo soddisfatti del risultato.

Proprio in commissione – aggiunge Caracausi – stiamo discutendo del nuovo regolamento sui rifiuti ascoltando le associazioni ambientaliste e la riduzione della plastica, che inquina i fondali marini e i corsi d’acqua, è stata al centro del dibattito. È intendimento della Commissione prevedere anche nel regolamento una limitazione all’uso della plastica, incentivando l’impiego di materiali biodegradabili”. 

Street Food Festival in via Roma
Street Food Festival in via Roma

Se l’iniziativa è certamente lodevole sul piano del rispetto dell’ambiente, appare comunque piuttosto inverosimile che venga rispettata. A cominciare dai grandi eventi pubblici quali sagre, street food festival o il Festino.

Per non parlare delle numerose bancarelle abusive sparse da via Maqueda alla Vucciria, anche durante le serate della movida palermitana.

Se non si riesce neanche a far rispettare il conferimento normale dei rifiuti e la differenziata, senza gli adeguati controlli, sarà l’ennesimo buco nell’acqua.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.