25 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.14
Palermo

La denuncia di Pino Apprendi

Palermo, pericolo in via Alloro: “Palazzo Bonagia segno dell’abbandono” | FOTOGALLERY

26 Marzo 2018
'
'
'

“Da oltre tre anni, in piena fase di restauro, Palazzo Bonagia, in via Alloro a Palermo, è stato abbandonato, a causa del fallimento della ditta che stava eseguendo i lavori”. A denunciarlo con alcuni scatti fotografici (scorri la gallery in alto) è Pino Apprendi, di Liberi e Uguali.

Apprendi“Il Palazzo di proprietà dell’Arnas (Ospedale Civico e Benfratelli), fu commissionato dal Duca di Castel di Mirto nel 1750. Da quando il cantiere è stato chiuso è aumentato il degrado e ci sono seri pericoli per l’incolumità dei passanti, in quanto nella copertura precaria del Palazzo vi è depositato di tutto, legno, ferro ecc., che spinti dal vento possono danneggiare gli ignari cittadini. In attesa che la Regione riassegni l’appalto, occorre una azione di controllo e di bonifica e la rimozione della palizzata che dimezza la percorribilità della, già stretta, via Alloro”, conclude Apprendi.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Per chi forse ha già dimenticato

“Dottore questa volta non ce l’ho fatta, non ho fatto storie, non ho permesso a loro di attaccarmi le lunghe maniche bianche dietro la schiena, non ho voluto fare il “bastian contrario” come sempre e ho preso la loro medicina. A che serviva ancora dire che non era giusto? E poi a chi? In quanti siamo rimasti? Mi sono dovuto prostrare come tutti, mi sono dovuto distrarre, avrei dovuto imparare ad essere più ipocrita, mi sarebbe bastato vendere il mio intelletto".
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Il ricordo di Falcone: un’occasione persa per una memoria condivisa

Oggi è una di quelle date che dovrebbe essere patrimonio di tutti e invece, il ricordo del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, e degli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, è diventato l'occasione per divisioni, distinguo, accuse, veleni, lenzuoli di protesta ai balconi e contromanifestazioni.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.