16 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.39
Palermo

Domani l'incontro con il nuovo commissario

Palermo: proteste a oltranza del personale dell’ospedale Civico | Video

19 Dicembre 2018

Guarda il video in alto

Continua la protesta dei dipendenti dell’Ospedale Civico di Palermo che stamani hanno organizzato un sit-in per ribadire la necessità di prorogare i contratti dei lavoratori a partita iva, stabilizzare i precari come previsto dalla Legge Madia, assumere nuovo personale specializzato per potenziare i reparti “ridotti al lumicino”, riconoscere le progressioni economiche orizzontali e adottare interventi per garantire la sicurezza in ospedale. La manifestazione, organizzata dalle sigle sindacali Fials-Confsal, Nursing Up, Nursind e Uil Fpl, che rappresentano la maggioranza del personale del nosocomio palermitano, ha immediatamente richiamato l’attenzione del nuovo commissario Roberto Colletti, che ha incontrato i rappresentanti dei lavoratori.

Secondo quanto riportato dalle organizzazioni sindacali, Colletti avrebbe subito fornito rassicurazioni sul rinnovo dei contratti a partita iva, mentre domani si terrà un nuovo incontro per approfondire tutti gli altri temi. “Un piccolo passo in avanti, ma lo stato di agitazione va avanti fino a quando non otterremo risultati concreti”, dichiarano Mario Di Salvo della Fials-Confsal, Giuseppe La Barbera del Nursing Up, Aurelio Guerriero del Nursind e Pippo Piastra della Uil Fpl.

“Il direttore – spiegano – si è mostrato disponibile alla definizione della vertenza relativa alle progressioni orizzontali di carriera (fasce), ponendo la parola fine ad un lungo e penoso contenzioso che, ancora oggi, non ha garantito gli stessi diritti a tutti i lavoratori. Lo stesso dicasi per quanto riguarda le questioni relative alla sicurezza interna all’azienda e le richieste relative al parcheggio. Il direttore inoltre – concludono – ha dichiarato che in tempi estremamente brevi verranno iniziate le procedure per la contrattazione decentrata e la creazione di tavoli tecnici per risolvere le restanti controversie”.

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.