23 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 13.20
Palermo

il sindaco scrive una lettera per sollecitare un'azione unitaria

Palermo sporca e nel degrado, Orlando “striglia” il Consiglio Comunale: “Urgenti i nuovi regolamenti”

27 Agosto 2019

Una lettera per richiamare l’attenzione del Consiglio comunale sull’urgenza di discutere ed approvare alcuni regolamenti che direttamente o indirettamente sono legati ai temi del decoro e della pulizia della città.

“Al di là delle legittime posizioni politiche e delle opinioni dei singoli e delle singole forze politiche – scrive Orlando – , è innegabile che sia necessaria una azione che chiami alle proprie responsabilità ogni Istituzione, così come ogni Ufficio, Azienda e ogni singolo cittadino e cittadina di Palermo”.

Il sindaco sottolinea che le “iniziative e gli interventi adottati negli ultimi mesi da Aziende e uffici competenti non sono stati sufficienti, per il permanere di situazioni di carenza di decoro e pulizia in città e le cause e le responsabilità sono molteplici, e, fra queste, alcune inadeguatezze normative e regolamentari cui il Consiglio comunale può contribuire a porre rimedio”.

Il primo cittadino ricorda anche che “fra gli atti al vaglio del Consiglio, e per altro di sua esclusiva competenza, ne figurano alcuni direttamente collegati al tema del decoro in città”.

Il riferimento nello specifico è per quanto riguarda i rifiuti, anche con l’istituzione della figura degli Ispettori ambientali, e quello che riguarda l’inasprimento delle sanzioni nei confronti di chi si rende colpevole di comportamenti incivili e non rispettosi della nostra città” .

“A questi – scrive Orlando – , vanno aggiunti, quei regolamenti che, sia pure non direttamente collegati ai temi del decoro e della pulizia, su essi hanno una indiretta influenza di non poco peso: la regolamentazione dei mercati, la regolamentazione della cosiddetta “Movida“, di cui è da valutare un aggiornamento alla luce dell’esperienza di questi anni e quella che riguarda i “dehors“. Non vi sfuggirà infatti come una migliore e più efficace regolamentazione di queste attività economiche e commerciali possa avere refluenze positive in termini di decoro e gestione dei servizi di pulizia della città”.

 

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

L’Urbanista e il Ghostwriter

Sono cinquant’anni che percorro le stesse strade nella stessa città e quello che da sempre mi salta in mente è la piena considerazione che non sono i fabbricati a cambiare, ma è la gente e soprattutto il loro modo di vivere.
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.