26 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.09

Serenità all'interno del club e concentrazione al campionato ed obiettivo serie A

Palermo, udienza verso l’improcedibilità

10 Maggio 2019

Dopo la richiesta della Procura federale con la retrocessione all’ultimo posto del Palermo e l’inibizione con varie pene per Zamparini, Morosi e Giammarva arrivano due importanti novità dal TFN: la prima è  – secondo quanto riporta Tuttomercatoweb – che è stato ammesso il Benevento come parte interessata ma in appello il club del Presidente Vigorito non verrà preso in considerazione.

Ma altro fatto fondamentale è che il Tribunale federale nazionale della Figc a Roma non potrà non prendere in considerazione che c’è già stato un pronunciamento a favore di Zamparini e la società da parte della giustizia ordinaria confermata in via definitiva in Cassazione ed un’altro deliberato importante: rifacendosi all’arresto giurisprudenziale legato alla vicenda Cannavaro ai tempi brillantemente sollecitato dall’Avvocato Luciano Ruggiero Malagnini, in forza di queste considerazioni alla fine  il procedimento nei confronti del Palermo dovrebbe essere dichiarato improcedibile ed in ogni caso il Palermo non verrebbe retrocesso in C come vorrebbe la Procura che ha chiesto peraltro solo la retrocessione e non in alternativa punti di penalizzazione.

Ora si attende di conoscere quale sarà la decisione dei giudici che stanno discutendo su fatti , come detto, che già la giustizia ordinaria ha ritenuto privi di fondamento ed in questo caso a nostro giudizio sono insussistenti e per questo l’unica decisione corretta dovrebbe essere l’improcedibilità e la chiusura definitiva del caso con buona pace degli “odiatori” di Zamparini ed il Palermo che si sono manifestati in questi mesi sotto mutevoli forme.

E visto che siamo garantisti e che già come detto c’è stato l’autorevole pronuciamento  della giustizia ordinaria ci perdonino tutti se non possiamo non credere che la dichiarazione di improcedibilità sia la conseguenza logica a quanto in discussione questa mattina, anzi per essere più precisi, l’udienza è cominciata intorno alle ore 12.00, con circa un’ora di ritardo sull’orario previsto.

Nelle prossime ora sapremo quale sarà la decisione ufficiale e ci riserviamo qualsiasi altro commento dopo la pubblicazione.

Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.