18 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.48
Palermo

mercoledì 19 giugno, alle 15

Palermo, una scultura in ricordo dell’ex assessore Sebastiano Tusa

18 Giugno 2019

Domani, mercoledì 19 giugno, alle 15 nel cortile Maqueda all’interno di Palazzo dei Normanni verrà presentata una enorme installazione raffigurante gli occhiali da vista creata dall’architetto Salvatore Gentile per commemorare la scomparsa di Sebastiano Tusa.

Sebastiano Tusa
Sebastiano Tusa

L’ex assessore ai Beni culturali, archeologo di fama mondiale, è scomparso lo scorso 10 marzo nel tragico incidente aereo in Etiopia. Per questo motivo era stato chiamato dall’Unesco a presenziare al convegno di Malindi. Complessivamente sono otto gli italiani morti a bordo del Boeing 737–800 MAX della Ethiopian Airlines che si è schiantato dopo il decollo da Addis Abeba.

Alla cerimonia saranno presenti numerose cariche istituzionali, il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè e la moglie del defunto Tusa, Valeria Patrizia Li Vigni, direttrice del Museo d’arte contemporanea ‘Riso’ di Palermo.

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.