16 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.08
Palermo

in zona università

Palermo, vandali in azione: rubate bici del bike sharing Amat | FOTO

27 Ottobre 2018

Rubate bici e danneggiate le postazioni del bike sharing dell’Amat. Quattro bici sono state rubate nella zona dell’Università a Palermo e altre 4 in via Archirafi.

Alcune sono state ritrovate nel lungomare in via Padre Messina e una in Marchese di Villabianca. Danni sono stati provocati alle postazioni che sono oggetto di verifica. “Stiamo cercando di dare servizi sempre più efficienti – dice il presidente Michele Cimino – il bike sharing e il car sharing stanno ottenendo un ottimo successo tra i palermitani e i tanti turisti che usano quasi tutti i mezzi ogni giorno. Chiediamo aiuto ai palermitani per il controllo di questi mezzi e denunciare ogni volta che qualcuno danneggi queste strutture chiamando le forze dell’ordine. I mezzi non sono dell’Amat sono di tutti.

È stata presentata denuncia alla polizia.

bike sharingNell’account social del servizio offerto da Amat, il resoconto più dettagliato con un reportage fotografico:

«Notte da dimenticare per il nostro servizio! Presso il ciclo parcheggio di UniPa Architettura, sono stati danneggiati i sistemi di aggancio e rubate 4 bici. Per fortuna sono state ritrovate tutte nella zona di viale delle Scienze dalla Polizia. Contemporaneamente nello stallo di via Archirafi hanno danneggiato i sistemi di aggancio di 5 postazioni rubando 4 bici (la quinta non sono riusciti a tirarla via). Tre di queste sono state buttate a mare, nella zona del Foro Italico, vicino Padre Messina e recuperate dai sub, mentre la 4 è stata ritrovata in via Marchese di Villabianca grazie alla segnalazione di una nostra cliente che ringraziamo. Ovviamente ringraziamo anche le forze dell’ordine per la grande e preziosa collaborazione. Tutte le bici sono state recuperate ma al momento inutilizzabili è in più abbiamo diversi sistemi di aggancio da ripristinare. Non facciamo alcun commento a questi episodi, noi continueremo ad impegnarci per offrire questo utile servizio alla gente, perché sappiamo che ci volete!».

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Prendiamo consapevolezza

Un consiglio da affidare alle suppliche a Santa Rosalia: mettiamo da parte gli slogan, i “nemici da cuntintizza”, gli specchietti per le allodole, prendiamo consapevolezza per una volta che siamo nella merda. Lavoriamo per coprire il gap che ci separa dalle grandi città e un domani sarà tutto consequenziale, anche il pallone.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.