19 gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 02.39
Voleva ottenere soldi

Partinico, paura in chiesa: minacce e atti persecutori all’arciprete. Arrestato un uomo

12 gennaio 2018

PARTINICO (PA). All’interno della parrocchia c’era un clima di paura. Il partinicese Giuseppe Mirto, 53 anni, secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia, avrebbe terrorizzato per molto tempo l’arciprete di Partinico, monsignor Salvatore Salvia (nella foto), e un suo stretto collaboratore.

Secondo  quanto ricostruito dagli agenti di polizia, Mirto avrebbe più volte minacciato l’alto prelato, sia verbalmente che fisicamente; anche il suo collaboratore della parrocchia sarebbe stato preso a schiaffi in una circostanza. Tra le minacce a monsignor Salvia, addirittura, pare che una volta sarebbe stato anche detto che gli sarebbe stata tagliata la gola.

Con l’accusa di minacce e atti persecutori la polizia ha arrestato Mirto. Il pregiudicato metteva in atto queste minacce per ottenere soldi. L’uomo, con diversi precedenti, è stato rinchiuso in una struttura idonea per il recupero il alternativa al carcere e dovrà restarci per 2  anni.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita di Renzo Botindari
Il Mercatino delle Idee Usate
Ho curiosità di vedere i nomi dei grandi statisti inseriti nei collegi bloccati. Quali sono queste persone d’indubbio spessore, contenuto e alta moralità di cui la patria non saprebbe fare a meno? Spiegatemi perché in questo paese dove non esiste la meritocrazia e perché dobbiamo essere sempre o “sudditi” o “tifosi”, ma mai “protagonisti”?
Blog di Rosario Gianni Leone
Liceo in quattro anni: i pro e i contro della sperimentazione
Lo scorso 29 dicembre, suscitando molte meno polemiche rispetto al momento della approvazione ministeriale dello scorso agosto, il Ministero dell'Istruzione ha pubblicato l'elenco delle scuole di II grado ammesse alla sperimentazione del liceo con un corso di soli quattro anni.
CapitaleMessina di Gianfranco Salmeri
Troppo tardi, Renzi!
È troppo tardi: l’appeal politico di Renzi è al minimo storico, la sua immagine di “rottamatore” non è più credibile. Adesso è bene che faccia un passo indietro...