16 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.39
Palermo

la denuncia dell'associazione comitati civici

Percorso Arabo-Normanno: una discarica abusiva vicino al museo Gemmellaro | Foto

30 Luglio 2019
'
'
'
'

 

Guarda in alto le foto

Una discarica abusiva a cielo aperto vicino al Museo Gemmellaro di Palermo, a segnalarla ancora una volta l’associazione comitati civici Palermo che già a ottobre dell’anno scorso scriveva alle autorità competenti:

Inutili le innumerevoli segnalazioni di noi cittadini, questa è terra di nessuno.

Scaricatori abusivi depositano continuamente ingombranti di ogni genere e, nonostante le pressanti segnalazioni e la reiterazione di questi illeciti abbandoni, non risulta che sia stata istituita alcuna sorveglianza, come sarebbe logico ed auspicabile.

Riteniamo che sia un inutile spreco di risorse pubbliche da parte della Rap quello di bonificare una discarica che viene impunemente e continuamente alimentata da delinquenti senza scrupoli.

Chiediamo, pertanto, ancora una volta, che vengano presi provvedimenti, come l’istituzione della videosorveglianza o la presenza costante di una pattuglia di polizia urbana, atti a stroncare questa illecita attività che lede profondamente il decoro di un sito frequentato da turisti provenienti da tutto il mondo.

Infatti, ribadiamo, la villetta in questione si trova in pieno percorso arabo-normanno e collocata nei pressi di edifici prestigiosi come il museo Gemmellaro e l’Istituto di Fisiologia umana, nonchè di monumenti come Porta Sant’Agata, la chiesa di San Saverio ed a due passi dal mercato storico di Ballarò“.

E proprio il 21 luglio ha nuovamente scritto: “Segnaliamo, per gli opportuni urgenti interventi di competenza, la presenza di una notevole massa di ingombranti ai bordi della villetta Vitocolonna in corso Tukory, in pieno percorso arabo-normanno e di fronte al museo Gemmellaro“.

Questo a dimostrazione del fatto che nonostante le innumerevoli segnalazioni a distanza di quasi un anno poco è cambiato per non dire nulla.

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.