19 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.37
Palermo

consigliere I Circoscrizione

Pitarresi (Lega): “Orlando parla di accoglienza ma non si comprende come voglia farla”

19 Giugno 2019

Non capisco come il sindaco Orlando vuole fare l’accoglienza” ad affermarlo è Maria Pitarresi, consigliere della Lega per la I Circoscrizione.

Negli scorsi mesi – aggiunge la Pitarresi –  ho cercato di aiutare una coppia italiana (di cui non posso rivelare l’identità) C.M. e S.F. che per motivi di salute e di lavoro si sono ritrovati senza una casa. Da ottobre ad aprile, circa sono stati in un garage, in condizioni di vivibilità estreme. Ma dal momento in cui si sono ritrovati pure senza acqua e luce, sono stati costretti ad abbandonarlo. Sono una coppia molto forte perché quello che stanno vivendo è davvero difficile da sopportare e da affrontare”.

Ho fatto subito presente dell’emergenza alle attività sociali del comune di Palermo, ma nonostante la disponibilità dimostrata, non hanno potuto portare a termine la richiesta di un alloggio temporaneo per l’emergenza. Ho contattato tre centri di accoglienza, mi hanno risposto che non c’era assolutamente posto e nessuna possibilità nei giorni successivi” continua la consigliera della Lega.

Non potevo sopportare la condizione che stavano vivendo e sinceramente mi sono sentita impotente, ma non mi sono arresa. Per 15 giorni gli ho trovato un dormitorio, non del comune, che riceve nei casi d’urgenza, adesso sono trascorsi i quindici giorni e i ragazzi sono di nuovo in difficoltà e il comune continua a non poter risolvere tale problema” prosegue.

A questo punto mi chiedo, visto la sontuosa propaganda del sindaco, com’è è possibile pensare di ricevere altre persone, provenienti da altri paesi con esigenze e necessità sotto diversi profili, se non si è in grado di sostenere un’emergenza a due cittadini italiani?” conclude Maria Pitarresi.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.