26 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 07.26

la stoccata del deputato dell’Udc

Politica siciliana, Figuccia: “I centristi dentro Forza Italia? Strategia perdente”

31 Maggio 2019

“La richiesta di un direttorio catanese che non digerisce la ‘linea miccicheiana’, apre alla possibilità di un esodo 2.0 da Fi“, lo sostiene Vincenzo Figuccia deputato dell’Udc all’Ars e leader del Movimento Cambiamo la Sicilia.

“Il tentativo maldestro nonché di cattivo gusto dei vertici di FI in Sicilia, di inglobare i centristi dentro il loro partito, ci lascia perplessi”, aggiunge. 

“Se i centristi, in occasione delle ultime europee sono stati federati al partito di Berlusconi, è opportuno sottolineare come si sia trattato di un accordo perfezionato direttamente da Lorenzo Cesa con Antonio Tajani e Silvio Berlusconi, i quali ad oggi, non sembrano affatto attratti dalle sirene di Miccichè”.

“Ed è vero pertanto, che se non fosse stato per i centristi Fi anche al sud e nei collegi delle isole, sarebbe rimasta inchiodata a quel 5% che ha avuto al nord. Per cui Miccichè ha poco da rivendicare. Altro che inglobare. E se fossimo noi centristi ad inglobare il partitino Forza italia? In quel caso, certamente non ci sarebbe spazio per i colonnelli infatuati dalle sinistre”.

C’è poi da considerare – dice ancora Figuccia come la legge elettorale per l’elezione del Presidente della Regione Siciliana dove l’asticella dello sbarramento è fissata al 5%, sia completamente diversa da quella delle politiche e delle elezioni europee. Se poi grazie a tutti noi, Miccichè ha raggiunto il risultato alle europee delle elezioni di Milazzo, il merito o la colpa è ascrivibile totalmente all’amico Saverio Romano il quale in tutti questi anni, non solo ha palesemente sostenuto Miccichè ma in questa campagna elettorale ha chiesto un po’ a tutti di tenere i toni bassi e di non alimentare polemiche sul coordinatore regionale di Forza Italia”.

“Una strategia di fatto, perdente. Personalmente – conclude Figuccia –  comunque vada, non mi farò mai inglobare da un progetto che guarda a sinistra, lontano dalla mia visione e dai miei ideali”.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.