13 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.17

L'intervento del governatore

Ponte sullo Stretto, Musumeci: “Governo regionale favorevole senza se e senza ma”

1 Marzo 2019

Il governo della Regione siciliana è per il Ponte sullo Stretto senza se e senza ma. Ed ha ribadito più volte la volontà di dovere istituire l’Autorità portuale dello Stretto che ritiene, per la sua specificità, necessaria a disciplinare il trasporto tra le due sponde“. Nello Musumeci torna ancora una volta a parlare del Ponte sullo Stretto di Messina e ribadisce la convinzione della necessità dell’opera infrastrutturale.

Ma stavolta lo fa a nome dell’intero esecutivo siciliano. Non a caso, il governatore ha scelto la conferenza stampa di presentazione dell’accordo tra Sicilia e Calabria per l’istituzione dell’Area integrata dello Stretto.

A margine dell’incontro con i giornalisti, Musumeci ha anche commentato criticamente il dibattito politico che si sta sviluppando attorno al tema dell’autonomia differenziata, giudicandolo “pernicioso. Ho già scritto al premier Conte – ha quindi affermato Musumeci -, il governo centrale deve istituire un tavolo al quale siano presenti anche i governatori delle Regioni del Sud. La vicenda non riguarda solo tre Regioni, seppure importanti – ha aggiunto – Dobbiamo conoscere in maniera chiara e non opaca le procedure“.

Ma non è l’unico argomento ‘caldo’ che Musumeci ha trattato a Palazzo d’Orleans. Il Presidente della Regione è intervenuto anche sul taglio dei vitalizi, sul quale si è detto “Politicamente favorevole. Io lo sono più di tutti“, sono state le parole di Musumeci. Poi una battuta sui risvolti che la questione assume all’Ars. A chi gli chiedeva se avesse parlato della questione con Gianfranco Micciché, il governatore ha risposto: “Per quanto riguarda l’Assemblea non è compito mio“.

 

LEGGI ANCHE:

Ponte sullo Stretto, no del sottosegretario M5S. Musumeci: “Ha perso occasione per tacere”

Regione: “Metteremo spalle al muro il Governo: sì al Ponte sullo Stretto”

Addio alla Tav, l’analisi costi-benefici boccia il progetto. E la Sicilia resta in attesa…

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.