20 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.07
Palermo

Il comune nomina due esperti

Pulizia del fiume Oreto: aveva ragione la Forestale, servivano le autorizzazioni e si accende la polemica politica

18 Aprile 2017

FIUME ORETO BONIFICA

Il Comune ha nominato “il geologo Aldo Carmelo Pisano e il biologo Fabio Di Piazza per la redazione della relazione da allegare all’istanza di verifica”. Parla chiaro la determina dell’Amministrazione comunale in merito alla bonifica del Fiume Oreto. In pratica, è un’ammissione di quanto aveva affermato la Forestale, secondo cui per proseguire le opere di bonifica sarebbero servite autorizzazioni che il Comune non aveva ancora.

E così, ecco adesso l’incarico ai due professionisti, che di fatto conferma la circostanza che l’amministrazione non avesse ancora in suo possesso le autorizzazioni necessarie.

Un particolare che accende la polemica politica. A gettare benzina sul fuoco è il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, Ugo Forello, che invia alla stampa anche copia dell’atto amministrativo: “Qualche giorno fa – scrive in una nota – gli uomini della forestale hanno bloccato a Palermo i lavori di pulizia del fiume Oreto. Li aveva autorizzati il Comune affidandoli a una ditta privata senza però chiedere i relativi pareri di incidenza di ripulitura del sito, classificato come Sic (sito di interesse comunitario). Ci chiediamo come mai, il sindaco che in questi cinque anni ha scelto di avocare a se, la delega al personale, invece, di verificare immediatamente con gli uffici preposti, abbia annunciato l’ennesima querela, tacciando la notizia come falsa. Già allora avevo annunciato una richiesta di accesso agli atti per capire cosa fosse successo. Oggi scopro che il Comune con una determina del 12 aprile avente ad oggetto interventi di dragaggio del fiume Oreto e nei canali di maltempo ha nominato due professionisti abilitati per redigere la relazione ambientale area Sic da allegare all’istanza”.

“Tutto questo – conclude – testimonia che il sindaco non sa cosa fanno gli uffici e la disorganizzazione della macchina comunale”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Cosa vi sta capitando?

Il telefonino quale strumento “democratico” alla portata di tutti, dal Papa al migrante appena sbarcato. Ma credete veramente che chi muove le fila delle marionette potesse permettere la diffusione di “strumenti democratici” se non per altri fini che di democratico non hanno nulla?
LiberiNobili
di Laura Valenti

Cos’è il matrimonio?

Nel matrimonio è assolutamente sbagliato restare insieme a tutti i costi. Le liti possono essere campanelli di allarme prima del disastro e delle tragedie conseguenti a separazioni dettate dall’odio e dalla frustrazione.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.