13 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 09.35
Palermo

Excusatio non petita, accusatio manifesta

Rap: “A lavoro anche a Ferragosto”. La normalità spacciata per straordinario a Palermo

14 Agosto 2019

«Vigilia di Ferragosto in piena attività per mantenere il più possibile pulita e decorosa la nostra Città. Ribadisco il concetto che sui rifiuti non si deve fare politica… Un ringraziamento a tutti gli operatori Rap fortemente impegnati su vari fronti». Scrive così il presidente della RAP, Giuseppe Norata, per sottolineare l’intervento in via dell’Airone a Palermo.

Dicevano i latini: “Excusatio non petita, accusatio manifesta”. Evidentemente questa città in cui il problema rifiuti è perenne, un intervento che dovrebbe essere routine quotidiana, normalità, lo si spaccia come qualcosa di eccezionale.

Lavorare a Ferragosto, specialmente per una città come Palermo dove l’emergenza munnizza è atavica, non sembra qualcosa da dover promuovere.

La differenziata che non decolla, le discariche abusive, gli abbandoni indiscriminati, la sesta vasca di Bellolampo chiusa (e la settima ancora da costruire)… La Rap semmai dovrebbe lavorare sempre e in silenzio, senza pubblicizzare proprio nulla, chiedendo forse anche scusa ai cittadini che pagano una delle Tari più care d’Italia per avere un servizio non all’altezza.

g7 taorminaDimostrazione è la recente scelta del sindaco Orlando di voler fare dietrofront sul servizio di manutenzione delle strade cittadine, che dal prossimo anno sembrerebbe che sarà affidato a ditte private esterne. Ciò, a detta della consigliera Sabrina Figuccia “certifica due cose: il completo fallimento dell’amministrazione Orlando nel settore, ma soprattutto il clamoroso voltafaccia su uno dei mantra del sindaco, quello di fare rimanere pubblica la gestione di qualunque servizio, compresa la manutenzione delle strade”.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.