17 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.56

L'Isola seconda regione in Italia per domande presentate

Reddito di cittadinanza, in Sicilia 130 mila istanze. I numeri provincia per provincia

9 Aprile 2019

La Sicilia supera la Lombardia e si piazza al secondo posto per numero di domande presentate per accedere al reddito di cittadinanza, dietro alla Campania. Nell’Isola il numero di istanze supera la considerevole cifra di circa 128 mila unità, mentre nella regione del Vesuvio si arriva a 137 mila.

La fascia d’età tra 45 e 67 anni, a livello nazionale, è quella più rappresentata, con poco più del 61%. Al secondo posto le persone di un’età compresa tra i 25 e i 40 anni, al 23%. A seguire, con poco più del 3%, la fascia d’età di chi è al di sotto dei 25 anni.

Tra le province siciliane, Palermo è quella dove sono state presentate più istanze, con 37.761 domande. Circa diecimila domande in meno per il Catanese, con 27622 domande. A Messina, terza Città metropolitana della Sicilia, le domande sono 15.649.

Al quarto posto si piazza la provincia di Trapani con 11.299 domande, poi il Siracusano con 10.260 domande e a seguire la provincia di Agrigento che con 9.973 si aggiudica al sesta piazza.

A Caltanissetta sono stati in 7.262 a presentare le domande per accedere al reddito di cittadinanza. Penultimo posto per la provincia di Ragusa, con 5.078 domande. Infine, in coda, l’Ennese, dove sono state presentate 3.830 istanze.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.