24 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.14
Messina

La trovata pubblicitaria dell'azienda siciliana leader nella produzione di malte

“Rinnovamento di facciata?”. La promessa, non politica, della Tradimalt

26 Ottobre 2017
'
'
'
'
'
'

Rinnovamento di facciata? Una frase che, specie nel vivo di una campagna elettorale regionale finalmente accesa, esprime tutta la perplessità – largamente condivisa – sulle possibilità di un “vero” rinnovamento politico. A lanciarla nell’agone, servendosene in modo creativo per far parlare di sé, è però un’azienda che di “rinnovamento di facciate” se ne intende davvero, come recita il testo degli annunci pubblicitari in questi giorni nei principali quotidiani regionali: Tradimalt, azienda messinese, da quindici anni punto di riferimento nella produzione di malte tecniche per l’edilizia.

Tempio di Era, Selinunte. Con il marchio Magistra, tradimalt propone anche soluzioni per il restauro e la bioedilizia

Facciate, balconi, frontalini, la cui sistemazione con i prodotti dell’azienda, “cambierebbe davvero il volto alla Sicilia”. Una trovata intelligente, e certamente tempestiva, per ricollegare l’argomento caldo del momento ad una linea di prodotti e soluzioni per il ripristino del cemento armato.

“Non siamo sfiduciati sulle sorti della nostra regione, tutt’altro – dichiara l’amministratore delegato Giuseppe Coniglio ma ci divertiva il contrasto tra le promesse politiche e la concretezza del nostro settore e dei nostri prodotti”.
Un’azienda infatti, Tradimalt spa (http://www.tradimalt.com), non nuova a comunicazioni di questo tipo, visto che per anni ha usato lo slogan “Il sacco di Palermo”, in modo provocatorio, con un sacco Tradimalt in bella vista e auspicando ad una nuova edilizia.

Da sinistra Giuseppe Coniglio, amministratore delegato e Vincenzo Coniglio, presidente di Tradimalt spa

“In questo caso ci siamo serviti del linguaggio classico della comunicazione elettorale – aggiunge Michele Spallino, responsabile della comunicazione aziendale per invitare a scegliere davvero “siciliano” e al contempo per far comprendere quanto si possa ogni giorno incidere sulla qualità dei nostri centri abitati, senza bisogno di attendere, ogni cinque anni, promesse dal politico di turno. Cambiare volto alla Sicilia, con i nostri prodotti, è sempre possibile. Ed è una certezza”.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.