18 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.55

Il governo pronto a nominare il nuovo Ragioniere della Regione

Riparte il valzer dei direttori alla Regione, Sammartano va in pensione. Al via la corsa per la successione

30 Giugno 2017

L’ultimo giorno di lavoro del Ragioniere generale della Regione Salvatore Sammartano, che da oggi sarà in pensione, apre il valzer all’ennesima mini-rotazione dei dirigenti generali dell’amministrazione regionale. Crocetta dovrebbe dare nelle prossime ore l’interim‘ a Giovanni Bologna che nei mesi scorsi ha già ricoperto l’incarico in questione.

La corsa alla successione è comunque aperta e vede Maurizio Pirillo, ai blocchi di partenza, avvantaggiato sull’altro nome forte, quello di Gaetano Chiaro, attualmente capo di Gabinetto del presidente della Regione, già in passato direttore regionale del Dipartimento per la Pianificazione strategica all’assessorato Salute. Chiaro è stato anche dirigente alle Finanze, dove si è occupato delle entrate e delle uscite del bilancio regionale.

 

Curriculum ad hoc anche quello dell’attuale dirigente del dipartimento Acqua e rifiuti. Pirillo che nella sua lunga carriera all’interno della Regione ha anche ricoperto dal 2005 al 2009 l’incarico di direttore generale di Sicilia E-Innovazione, ente strumentale della Regione per l’innovazione tecnologica.

Nonostante il profilo tecnico dell’incarico, la scelta di Crocetta  dovrà tenere conto anche degli equilibri  politici da ricomporre all’interno della maggioranza sempre più sfaldata di fine legislatura. L’altro snodo che potrebbe dare il via agli avvicendamenti viene dato da un altro pensionamento di un altro burocrate di peso, Giuseppe Morale, responsabile delle Autonomie locali, pronto ad andare via ad agosto. A quel punto Crocetta potrebbe ‘congelare’ la situazione fino a quella data e poi far ruotare tra i responsabili, quelli del Territorio, Attività produttive e Finanze.

La corsa è già partita.

 

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.