14 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.39
Palermo

IL COMMISSARIO RUPERTO AVREBBE DATO L'OK

Svolta sul caso Tecnis, ok alla vendita: spiragli su tanti cantieri siciliani bloccati

8 Febbraio 2019

Svolta sulla vicenda dell’ex colosso delle costruzioni Tecnis: l’impresa catanese in amministrazione straordinaria sarebbe stata venduta al gruppo milanese Pessina. Oggi il commissario straordinario Saverio Ruperto avrebbe formalizzato l’aggiudicazione provvisoria.

“Apprendiamo – ha dichiarato il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando – di una offerta di acquisto trasmessa al Ministero per le dovute valutazioni e possiamo solo augurarci che tali valutazioni siano quanto più veloci possibile, ancorché necessariamente approfondite. Perché davvero la città è stufa del danno di un’opera importante bloccata, cui si è aggiunta la beffa di cantieri infiniti che danneggiano l’economia cittadina”. Il riferimento è ai cantieri infiniti dell’Anello Ferroviario di Palermo, partiti nel luglio 2014 e ancora fermi al 25%.

“Il Comune e i cittadini – ha detto Orlando – hanno un solo interesse: quello che i lavori lumaca affidati alla Tecnis negli ultimi anni per la chiusura dell’anello ferroviario possano decisamente cambiare passo di marcia, ripristinando normali condizioni e tempi di lavoro e con una adeguata dotazione di personale”.

 

LEGGI ANCHE:

Crisi Tecnis, mezza Sicilia al collasso: ecco tutti gli appalti a rischio

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Prendiamo consapevolezza

Un consiglio da affidare alle suppliche a Santa Rosalia: mettiamo da parte gli slogan, i “nemici da cuntintizza”, gli specchietti per le allodole, prendiamo consapevolezza per una volta che siamo nella merda. Lavoriamo per coprire il gap che ci separa dalle grandi città e un domani sarà tutto consequenziale, anche il pallone.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.