Pubblicità Contatti
domenica - 26 marzo 2017
 

Controlli del ministero dell'Interno nella patria di Messina Denaro

Castelvetrano “trema”, arrivano i commissari ministeriali

In queste ore, Commissari del Ministero dell’Interno stanno eseguendo le operazioni di accesso agli atti nel Comune di Castelvetrano, patria del super latitante Matteo Messina Denaro.

0 condivisioni

Due progetti tra Sicilia, Tunisia e Algeria di green economy. Volume d'affari di 35 milioni di euro

nasa sicilia spazio

La tecnologia Nasa arriva in Sicilia, pronte 150 assunzioni

Previste 150 assunzioni. Sarà prodotto un sistema di chip per la Nasa che aiuterà la green economy, con pannelli solari ultramoderni “a concentrazione”.

0 condivisioni

Il sindaco Errante aveva detto "Non parteciperanno più a procedimenti d'appalto"

Castelvetrano, dipendente indagato nell’inchiesta Ebano partecipa ancora alle procedure delle gare d’appalto

A metà dicembre, Agoglitta ha ricevuto un avviso di garanzia nell’ambito dell’inchiesta Ebano, la rete di rapporti che porta al superboss Matteo Messina Denaro.

0 condivisioni

L'imprenditore era il braccio economico di Matteo Messina Denaro

Cosa Nostra e le sue macerie. L’albergo di Grigoli a Castelvetrano verrà raso al suolo

A settembre i beni (del valore di 700 milioni di euro) dell’imprenditore, tuttora in carcere, sono stati definitivamente confiscati, passando tra le proprietà dello Stato ma ancora oggi la sua figura è avvolta da un alone di mistero. Grigoli era un punto nevralgico degli affari del latitante.

0 condivisioni

Firenze era in rapporti stretti con Patrizia Messina Denaro, sorella del latitante

Pilotavano gli appalti per Messina Denaro. Arrestati imprenditore e geometra a Castelvetrano [Video]

L’operazione Ebano riguarda Rosario Firenze e Salvatore Sciacca. Emessi anche 4 avvisi di garanzia nei confronti di due fratelli di Firenze e due dipendenti del comune di Castelvetrano. Divieto ad esercitare attività finanziari per altre quattro persone.

0 condivisioni

Avrebbero sottostimato le gravissime condizioni della madre

Chiesta condanna per due medici per un parto. La donna si sarebbe potuta salvare

I due medici imputati Vito Francesco Cuttone e Cataldo Anzalone avrebbero agito tardi; portata tardi a Trapani, morì a Palermo per gravi complicazioni.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l