16 gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 12.33
Tagmatteo messina denaro
Il latitante è sempre più solo
di Redazione

Blitz all’alba, presi in 14: sgominata rete di fiancheggiatori di Messina Denaro. “Il boss intervenne per sanare frizioni tra i clan”

Al centro delle indagini del Ros la cosca mafiosa di Marsala, di cui sono stati delineati gli assetti e le gerarchie. Sono state documentate anche le tensioni interne alla 'famiglia' per la spartizione delle risorse finanziarie derivanti dalle attività illecite e l'intervento pacificatorio - nel 2015 - dello stesso Messina Denaro.
In aula anche l'altro aggiunto Lia Sava e il sostituto della Dda Stefano Luciani
di Redazione

Messina Denaro andrà a processo per le stragi Falcone e Borsellino. “È uno dei mandanti”

Paci, durante la sua discussione nell'udienza preliminare, ha sostenuto che "Messina Denaro prese parte a una riunione della commissione di Cosa nostra alla fine del '91 a Castelvetrano in cui Totò Riina decise di dare via alla strategia stragista, prevedendo che la Cassazione avrebbe di lì a poco confermato le condanne del primo maxi processo contro la mafia".
Ipotesi investigativa sulle intercettazioni tra il boss Gondola e Carlo Loretta
di Redazione

Una talpa protegge Matteo Messina Denaro?

Gli inquirenti hanno passato al setaccio i tabulati telefonici dei fratelli Loretta per scoprire la provenienza delle soffiate. L'ipotesi dell'esistenza di una talpa in Procura era emersa già due anni fa.  Insieme all'ipotesi di un attentato contro il pm Teresa Principato
Sarà il proseguo dell'audizione dello scorso 22 novembre
di Marco Bova

La Principato torna in Antimafia. Focus su Messina Denaro

La Commissione, presieduta da Rosy Bindi (Pd) aveva ascoltato il magistrato sulle dinamiche che riguardano la cattura del latitante Matteo Messina Denaro e del coinvolgimento di pezzi della massoneria nella copertura della sua fuga.
Epruno - Il meglio della vita di Renzo Botindari
Il Mercatino delle Idee Usate
Ho curiosità di vedere i nomi dei grandi statisti inseriti nei collegi bloccati. Quali sono queste persone d’indubbio spessore, contenuto e alta moralità di cui la patria non saprebbe fare a meno? Spiegatemi perché in questo paese dove non esiste la meritocrazia e perché dobbiamo essere sempre o “sudditi” o “tifosi”, ma mai “protagonisti”?
Blog di Rosario Gianni Leone
Liceo in quattro anni: i pro e i contro della sperimentazione
Lo scorso 29 dicembre, suscitando molte meno polemiche rispetto al momento della approvazione ministeriale dello scorso agosto, il Ministero dell'Istruzione ha pubblicato l'elenco delle scuole di II grado ammesse alla sperimentazione del liceo con un corso di soli quattro anni.
CapitaleMessina di Gianfranco Salmeri
Troppo tardi, Renzi!
È troppo tardi: l’appeal politico di Renzi è al minimo storico, la sua immagine di “rottamatore” non è più credibile. Adesso è bene che faccia un passo indietro...