9 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.43
Palermo

da ottobre a maggio 2020

Teatro “Cantunera”: al via la nuova stagione tra musica, canto popolare e cuntu | Video intervista

9 Ottobre 2019

Guarda la video intervista in alto 

Da falegnameria a luogo di cultura, teatro in primis, con grande attenzione alla tradizione popolare siciliana nutrita dall’impegno e dalla passione della famiglia D’Oca.

Il teatro “Cantunera, nato nel 2015, propone la sua seconda stagione teatrale, con dieci spettacoli dal 26 ottobre al 10 maggio 2020, per la direzione artistica di Dario D’oca, con un’offerta diversificata in equilibrio tra impegno e intrattenimento, come ci dice nella video intervista.

In generale, comunque, lo spazio, situato a piazza Monte Santa Rosalia 12, è uno spazio polivalente dove si ospitano spettacoli legati alla tradizione, di musica, teatro polare, arti visive anche cucina siciliana.

teatro Cantunera

Ad inaugurare la stagione 2019/20, sabato 26 ottobre ore 21, sarà Pier Paolo Petta con “Le musiche dei barbieri“. Il cartellone proseguirà con “Sciroccati, la stanza del cabaret” di Giuseppe Moschella (16 novembre), “L’unica Donna della Nostra Vita” di Anna Mauro (30 novembre); “A_Merica” di Francesco Romengo (14 e 15 dicembre).

Nel 2020 si riprenderà il 18 gennaio con “Su Sud” di e con Fulvio Cama; seguirà poi “Ti cuntu e ti canti lu punti Cagliostro” di Alessia Spatoliatore (25 gennaio); e poi “Mircanti” di e con Mimi Sterrantino e Davide Campisi (14 marzo); “Odissea” di e con Sandro Dieli (28 marzo); “Il danzastorie di Sicilia” di Alosha (4 aprile) e chiuderà “Picciriddu” di Alessio Scarlata (8, 9 e 10 maggio).

Sul sito del Teatro è possibile consultare il calendario nel dettaglio e le possibilità di abbonamento agli spettacoli.

In aggiunta alla stagione teatrale sono già in programma due appuntamenti  della rassegna “Ori Normanni – le cento voci di una città: dai mercati ai sollazzi regi“, progetto di Sara Cappello che condurrà le visite il 19 ottobre (ore 21) e il 21 novembre (ore 10).

 

Tag:
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.