14 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 13.32
Catania

I fatti risalgono al 27 aprile scorso

Tenta la “truffa dello specchietto” e investe le vittime, un arresto nel Catanese

14 Giugno 2019

Un uomo di 34 anni, Alfredo Restivo, è stato arrestato dai carabinieri a San Giovanni la Punta (Catania) con l’accusa di aver investito, a bordo di un’auto insieme con un complice, due vittime di una ‘truffa dello specchietto’ che si erano accorte di essere state raggirate.

I fatti risalgono al 27 aprile scorso.

Le due vittime, una donna e suo figlio, riportarono rispettivamente contusioni varie e una frattura del piatto tibiale. La prima fu dichiarata guaribile in 10 giorni, il figlio in 30. I carabinieri hanno eseguito nei confronti di Restivo una misura cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip del Tribunale di Catania con le accusa di truffa, danneggiamento e lesioni personali aggravate in concorso.

La donna, fu truffata di 20 euro mentre era in auto insieme con il figlio, dopo essersi allontanata dal luogo del presunto impatto, tornò indietro e rintracciò i due chiedendo indietro il denaro. L’auto con i due, un’Alfa Romeo 147, si allontanò dopo aver investito l’auto della donna, la stessa vittima e il figlio, che era giunto in soccorso della madre.

Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.