20 ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento alle 20.23
Agrigento Contestate le sue dichiarazioni

Tumbiolo scrive all’ex sindaco di Lampedusa Nicolini: “Le sue, dichiarazioni inopportune”

19 giugno 2017

Giovanni Tumbiolo

“Signora Nicolini, non ho l’onore ne il privilegio di conoscerla. Provo per lei, per il suo impegno in favore dei diritti umani una spontanea ammirazione. ho seguito le sue dichiarazioni rese a Lucia Annunziata nel corso della sua intervista su Rai 3. Temo abbia perso però un’occasione per tacere per due fondamentali ragioni: la prima è il doveroso rispetto delle istituzioni, sopratutto da parte di chi le stesse ha rappresentato fino a ieri. La seconda: la necessita’, per chi e’ stato sindaco di una importante comunità marinara, di conoscere i fatti e le norme che riguardano la pesca e i pescatori”.

E’ quanto scrive in una lettera il presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu, Giovanni Tumbiolo.

“Additare di clientelismo il neo-sindaco Martello e l’Assessore alla pesca della Regione Siciliana Cracolici, fautori di un “giusto e doveroso” risarcimento a favore dei pescatori siciliani, ivi compresi quelli di Lampedusa, vieppiu’ previsto da una legge del 2008 che finalmente trova applicazione, mi sembra inopportuno ed ingeneroso”.

“Voglio tranquillizzarla signora Nicolini – prosegue Tumbiolo – diversamente da lei non sono mai stato comunista e per essere franco, con Cracolici e Martello ho sempre avuto, nell’esercizio delle mie funzioni, un rapporto assai “dialettico” talvolta critico. ma di una cosa sono certo: sono due persone leali e passionali. puoi non condividere le loro posizioni (e a me è capitato) ma non puoi non cogliere la loro onestà intellettuale”.

“Nicolini, la mia lunga militanza lungo le banchine ed i porti della Sicilia e del mondo – conclude – mi porta a dichiarare senza tema di smentita che Cracolici è uno dei migliori assessori alla pesca nella storia della Sicilia e Martello uno dei più apprezzati rappresentanti dei pescatori. dobbiamo auguraci (più lei) che farà bene anche il sindaco della sua Lampedusa. Accettare una sconfitta con fairplay credo sia non solo una questione di stile ma un obbligo per chi vuole rappresentare le istituzioni”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita di Renzo Botindari
Non mi appassiono
Perché non mi appassiono più alle vicende elettorali? Alla politica? In realtà non ho mai trovato grande trasporto per la materia... in passato mi sono cimentato con successo nelle competizioni, ma anche lì non ho nascosto un certo disagio...
LiberiNobili di Laura Valenti
La medicina è un’arte, non una garanzia
In media, si preferisce andare dal medico per qualunque questione di salute, dall’influenza alla schizofrenia, dalla sclerosi multipla alla sindrome di Tourette. Tuttavia non è una garanzia di cura né è detto che sia la migliore strategia.
Rosso di sera di Elio Sanfilippo
Vecchie e nuove povertà
Un fenomeno che contribuisce notevolmente alla disgregazione sociale e a insinuare un clima di insicurezza, di sfiducia e di rassegnazione.