16 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 09.29

Il progetto "Sicilia Folk Bike“

Turismo culturale: “Bike Tour” in Sicilia tra sport, musica e tradizioni

12 Settembre 2019

Se nel 1954 Alan Lomax e Diego Carpitella, antropologi ed etnomusicologi avessero saputo che, a distanza di 65 anni, l’associazione Folk Media ed un gruppo di appassionati ciclisti della FIAB Roma Ruotalibera avrebbero ripercorso una parte significativa dei luoghi che erano stati oggetto della loro ricerca li avrebbero presi per matti.

L’indagine condotta sul campo dai due ricercatori, che hanno segnato la storia del recupero delle tradizioni popolari e musicali, si concentrò sui canti e sui ritmi creati e tramandati dalle comunità locali.

Le località interessate da questa prima edizione sono state in sequenza Enna, Alimena, Petralia Sottana, Geraci Siculo, Castelbuono e Bagheria. In tutto poco più di 200 km, non proprio pianeggianti che hanno portato i ciclisti in luoghi ameni particolarmente accoglienti grazie all’impegno di Amministrazioni comunali e Pro Loco che coadiuvate da Slow Food si sono prodigate per l’organizzazione degli eventi musicali e del soggiorno dei turisti in bici.

Nell’ultima tappa, ad Aspra, i partecipanti hanno visitato il Museo delle acciughe.

Il progetto “Sicilia Folk Bike“ rientra nell’idea di turismo culturale per chi ama allargare a 360° la conoscenza in campi anche fino ad ora poco conosciuti e per riportare e restituire ai territori, meta delle tappe della Campagna di cinquant’anni fa, un pezzo della loro storia.

C’è anche un progetto tecnico che Folk Media e la Fiab ( Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta ) Roma Ruotalibera intendono promuovere e che consiste nella realizzazione della “Ciclovia Lomax – Carpitella” che prevede la disposizione di adeguata segnaletica e il coinvolgimento delle associazioni del territorio per l’organizzazione degli eventi correlati al progetto e per fornire appoggio ed ospitalità a chi ripercorre la storia di Alan Lomax e Diego Carpitella.

“Siamo solo alla prima, sperimentale, edizione e la riuscita dell’evento trascorso ci fa pensare che il futuro ci richiede di continuare”, concludono gli organizzatori.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.