16 gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 17.55
Messina E' stato rieletto alle elezioni del 2016 con l'appoggio di Sicilia Futura

Un cin cin di troppo costa la patente a Mauro Aquino, sindaco di Patti

10 gennaio 2017

Un goccetto di troppo potrebbe costare la patente a Giuseppe Mauro Aquino, sindaco di Patti, in provincia di Messina. Le recenti feste natalizie non giustificano quel tocco in più. Infatti, i carabinieri hanno ritirato la patente di guida al  primo cittadino perché risultato positivo all’alcol test. la sera  19 dicembre scorso. La notizia si è appresa soltanto oggi. Il sindaco è stato fermato sulla sua auto in piazza stazione a Capo d’Orlando, intorno alle 2 di notte. Sottoposto al controllo con l’etilometro è risultato positivo con un tasso superiore allo 0,8 g/l, limite oltre il quale la violazione diventa reato. Oltre al ritiro della patente di guida e alla sanzione, è scattata, infatti, anche la denuncia penale. Sarà il prefetto, in attesa del giudizio penale, ad emanare un decreto di sospensione della patente.

Castiglione, Alfano e Aquino
Castiglione, Alfano e Aquino

 

Aquino è stato riconfermato primo cittadino a Patti,  lo scorso mese di maggio amministrative 2016, hanno riconfermato il sindaco uscente Giuseppe Mauro Aquino. In quell’occasione Aquino è stato appoggiato  da Sicilia Futura e tre liste civiche ed ha ottenuto 3.441 voti, pari al 43,46% delle preferenze. In passato il sindaco è stato un esponente di rilievo dell’Ncd di Alfano e recentemente ha appoggiato il “Sì” al referendum, organizzando incontro a favore della Riforma Boschi/Renzi in compagnia dell’onorevole regionale Laccoto e del sottosegretario Davide Faraone.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita di Renzo Botindari
Il Mercatino delle Idee Usate
Ho curiosità di vedere i nomi dei grandi statisti inseriti nei collegi bloccati. Quali sono queste persone d’indubbio spessore, contenuto e alta moralità di cui la patria non saprebbe fare a meno? Spiegatemi perché in questo paese dove non esiste la meritocrazia e perché dobbiamo essere sempre o “sudditi” o “tifosi”, ma mai “protagonisti”?
Blog di Rosario Gianni Leone
Liceo in quattro anni: i pro e i contro della sperimentazione
Lo scorso 29 dicembre, suscitando molte meno polemiche rispetto al momento della approvazione ministeriale dello scorso agosto, il Ministero dell'Istruzione ha pubblicato l'elenco delle scuole di II grado ammesse alla sperimentazione del liceo con un corso di soli quattro anni.
CapitaleMessina di Gianfranco Salmeri
Troppo tardi, Renzi!
È troppo tardi: l’appeal politico di Renzi è al minimo storico, la sua immagine di “rottamatore” non è più credibile. Adesso è bene che faccia un passo indietro...