19 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.56
Categoria

Un cuoco per amico

Due profumi straordinari: la spuma bianca delle onde il finocchietto selvatico

di Gigi Mangia

Falso d’autore ignoto 2: bucatini con le sarde a mare

A Palermo in particolare esiste una “Cucina di emulazione” che nasce dall’esigenza di creare piatti sempre diversi con ingredienti spesso uguali.
Deriva infatti da due termini “spongia” latino e “isfang” arabo entrambi significano spugna

di Gigi Mangia

‘I Sfinci

Quelle palermitane sembra che siano state realizzate per la prima volta nel Monastero delle Stimmate ed erano famosissime presso tutto il popolo .
. Si racconta che la inventò una giovane mamma che aveva temuto di perdere i figli per una brutta polmonite dopo un inverno particolarmente rigido.

di Gigi Mangia

La Frittella, fresco inno alla primavera

Pampinedda, così era soprannominata Maria Cavallaro, la donna che cucinò per prima la FRITTELLA. Era l’ inverno del 1412.
So bene che ‘u ficatu è il fegato di bovino, altrimenti lo chiamerei “ficatu c’a riti” se si trattasse di fegato di maiale

di Gigi Mangia

Falsi d’autore 3 – ‘U ficatu ri sette cannoli

Preparo una vellutata nella quale servo le mazzancolle di Sciacca o i gamberoni di Mazara del mio amico Piero Bianco, preparo il carpaccio.

di Gigi Mangia

Falsi d’Autore Ignoti

Passeggiando per una strada del centro palermitano in compagnia di un mio amico scrittore e critico d’arte, mi trovo davanti un’insegna rossa, illuminata, sulla quale campeggia orgogliosa, quasi arrogante una scritta : FALSI D’AUTORE.
Sin dai tempi di Epicuro, meglio la qualità della quantità

di Gigi Mangia

Cibi smart, l’elisir di lunga vita

Ho conosciuto le patate viola per caso, grazie ad un’amica peruviana che me le cucinò a Parigi. Allora, più di vent’anni fa, queste patate erano sconosciute in Europa.
Dal brutto arrivò il bello con le opere di Ludovico Corrao

di Gigi Mangia

Quando la terra tremò e il Belice venne distrutto

Davvero sconvolgente quello che accadde in Belice !Passarono tanti anni, e tanti altri terremoti e conobbi un uomo vecchio, magro, con un volto segnato da rughe profonde e straordinariamente luminose.
Dopo lo shock delle feste, evitare grassi e fritture

di Gigi Mangia

Tre settimane per ritrovare la forma perduta con tisane e minestroni

Potremo usare le spezie, il peperoncino,  la curcuma, lo zenzero, ma niente grassi animali, poco olio e niente fritture, ma soprattutto vediamo di consumare almeno cinque pasti al giorno per mantenere sempre attivo il nostro metabolismo.
Il Cece unisce musulmani, ebrei e cristiani

di Gigi Mangia

A tavola per la pace, questa la mia ricetta di Natale

Il cece è il più umile, il più rustico dei legumi, coltivato dal Libano alle Americhe, ha sfamato e deliziato miliardi di donne e uomini per millenni e millenni sotto ogni latitudine.
La morte del grande ristoratore palermitano

di Gigi Mangia

Il “buon ricordo” di Pino Stancampiano

"Ci mancherai Pino, ma il Tuo Buon Ricordo ci sarà di conforto e di sprone, in un tempo dove il Grigio si è impadronito del quotidiano"
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.