23 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.10
Messina

il medico colpito da un disabile psichiatrico

Violenza al Pronto Soccorso di Taormina: aggredito il primario Passalacqua

2 Luglio 2019

Violenza e paura all’ospedale San Vincenzo di Taormina, dove un disabile psichiatrico ha aggredito stamattina il primario del Pronto Soccorso Mauro Passalacqua.

A scagliarsi contro l’ex sindaco della città un soggetto con disturbi psichiatrici che ha preso di mira il medico sferrando nei suoi confronti alcuni pugni. Sull’episodio avvenuto in reparto sono in corso accertamenti da parte delle Forze dell’Ordine. Il medico, già primo cittadino di Taormina ed attuale presidente della Rete Fognante, per fortuna sta bene ma è comprensibilmente provato dall’aggressione. 

L’increscioso fatto, riguardo il quale sta arrivando da più parti solidarietà al dottore Passalacqua, ripropone in primo piano l’emergenza sicurezza al presidio di contrada Sirina, e nello specifico al Pronto Soccorso, che già in altre occasioni è stato interessato da momenti di alta tensione e preso di mira da soggetti che sono andati in escandescenza ed hanno aggredito personale medico ed infermieristico del reparto.

A più riprese, negli anni, sia da medico ed anche poi da sindaco della città (tra il 2008 e il 2013) il dottore Passalacqua ha evidenziato e vissuto coraggiosamente in prima persona le criticità e i rischi della situazione al Pronto Soccorso di Taormina. Nei mesi scorsi è stato installato dall’Asp Messina un sistema di videosorveglianza ma, a questo punto, si ripropone la necessità di trovare una soluzione che rende possibile la presenza di un presidio fisso a tutela della sicurezza degli operatori ed anche dell’utenza.

“L’aggressione al primario del Pronto Soccorso di Taormina è un atto vile nei confronti di chi fa solo il proprio dovere, afferma il direttore generale dell’Asp Messina, Paolo La Paglia che stamattina si è recato d’urgenza all’ospedale di Taormina per sincerarsi delle condizioni del Dott. Passalacqua.

“Mi sono immediatamente recato a Taormina per rendermi conto delle condizioni del dott. Mauro Passalacqua, oggetto di un vile attacco – spiega La Paglia – da parte, a quanto pare, di un disabile psichico -. Ho trovato il professionista molto amareggiato e provato, in attesa di completare tutti gli accertamenti sanitari del caso, a lui va la mia stima e vicinanza anche a nome di tutto il personale dell’Asp di Messina. Ho subito informato l’assessore regionale per la Salute, Ruggero Razza, il quale ha voluto immediatamente sincerarsi personalmente delle condizioni del dottore Passalacqua. Siamo in attesa degli sviluppi da parte dell’Autorità giudiziaria, ma faccio già presente che ci costituiremo parte civile in un eventuale procedimento a carico dell’autore di un gesto tanto più esecrabile in quanto compiuto su un operatore sanitario che faceva il suo dovere, e aveva appena detto all’interessato che lo avrebbe visitato a breve”.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.