22 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.43

Il commento dell'assessore regionale

Vitivinicoltura, Bandiera: “Sicilia prima per risorse comunitarie assegnate”

13 Marzo 2019

Parte del leone per la Sicilia che si conferma al primo posto tra le regioni italiane nell’assegnazione delle risorse comunitarie relative al piano nazionale di sostegno nel settore vitivinicolo per la  campagna 2019 -2020, a testimonianza della capacità di spesa e di piena attuazione degli obiettivi prefissati dal Programma comunitario.

Edy Bandiera
Edy Bandiera

Sono 55,5 i  milioni di euro assegnati per le diverse misure afferenti all’OCM vino, di cui circa 34,5 per la ristrutturazione e riconversione dei vigneti, 8,8 per la promozione presso i Paesi terzi, 11 per gli investimenti e 700 mila euro per la  vendemmia verde”, afferma l’Assessore per l’Agricoltura Edy Bandiera, confermando il trend di crescita delle aziende del settore e del comparto  vitivinicolo in Sicilia.

Con le risorse a disposizione nella precedente campagna sono stati emessi  i bandi per le misure “Promozione nei Paesi Terzi”, “Ristrutturazione e riconversione vigneti” e “Investimenti”, che hanno  consentito di finanziare integralmente tutti i progetti inseriti nelle  graduatorie definitive e afferenti alle prime due misure. Per quanto attiene invece la misura “Investimenti” è in corso l’istruttoria delle domande d’aiuto presentate, anche se si ritiene già che sarà possibile procedere al finanziamento di tutti i progetti inseriti nella graduatoria definitiva.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Rimembranze in un caldo giorno di luglio

Quando in giornate come queste si perdono o si commemorano personaggi di grande spessore personalmente non mi sento solo per la loro assenza, ma mi sento solo per la mancanza all’orizzonte di personaggi con potenzialità tali da eguagliarne lo spessore.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.