9 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 22.37

Dopo Toscana ed Emilia Romagna è la terza regione a partecipare al progetto Wifi.Italia.it

Wifi gratuito, da adesso anche in Sicilia

1 Agosto 2017

Anche la Sicilia aderisce a Wifi.Italia.it, il progetto del Ministero dello Sviluppo economico per promuovere il turismo e l’accesso ai servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni attraverso internet. È stato siglato proprio in questi giorni il protocollo di intesa dall’assessore all’economia Alessandro Baccei. Dopo Toscana ed Emilia Romagna la Sicilia è la terza regione d’Italia a partecipare all’iniziativa. Turisti e cittadini potranno collegarsi con un’unica modalità di accesso alla rete, automatica e valida per sempre, senza dover ripetere la registrazione o digitare la password ad ogni accesso.

Come funziona? Basterà scaricare un’applicazione sul proprio dispositivo mobile e connettersi quando ci si trova in prossimità di un luogo pubblico dotato di connessione wireless. Dell’elenco fanno parte piazze, musei, parchi, uffici. Presto il wifi verrà attivato anche presso il Teatro Antico di Taormina, uno dei luoghi d’arte più suggestivi e più frequentati dai visitatori. Grazie alle risorse dei programmi nazionali e comunitari per lo sviluppo dell’Agenda digitale verranno realizzate centinaia di nuovi punti di accesso in altrettanti luoghi di interesse.

Internet in questo modo verrà utilizzato non solo per dare la possibilità agli utenti di navigare, ma soprattutto per offrire loro servizi online che possano arricchire e incentivare l’offerta turistica, valorizzando il patrimonio artistico, culturale, naturale e ricettivo.

Partito il 13 luglio con alcuni progetti pilota a Roma, Milano, Firenze, Prato, Bari nella provincia di Trento e nel Polesine, WiFi.Italia.it ha riscosso un forte interesse: nella prima settimana più di 50mila persone hanno installato la app sui loro dispositivi mobili. Sono numerose finora anche le manifestazioni di interesse da parte di pubbliche amministrazioni e di privati.

Tag:
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.