Catania capitale della Cultura 2020, la richiesta di Bianco a Franceschini | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Catania

Per il ministro la città è punto di riferimento

Catania capitale della Cultura 2020, la richiesta di Bianco a Franceschini

di
26 Novembre 2016

Catania si candiderà a capitale italiana della Cultura per il 2020“. Lo ha detto il sindaco Enzo Bianco al termine dell’incontro con il ministro della Cultura Dario Franceschini  di questa mattina a Palazzo degli Elefanti. “Questa città – aveva detto poco prima Franceschini – è una delle grandi capitali internazionali per cultura, bellezza, arte, per patrimonio architettonico e storico“. Per Bianco, la città ai piedi dell’Etna “Ha tutte le carte in regola per mostrare al Paese e anche all’Europa quel che siamo riusciti a fare puntando sui nostri teatri, i nostri musei, i nostri beni culturali come elementi di attrazione“.

Il sindaco Bianco ha parlato della necessità di creare sinergie su servizi tecnici e amministrativi tra il teatro  Stabile e il Massimo. Enti che, come ha sottolineato il Ministro, rappresentano delle autentiche eccellenze e che, mettendo in moto questi meccanismi virtuosi, potranno essere premiati in quella Legge di riforma dello Spettacolo dal vivo alla quale il Governo sta lavorando.

Bianco ha poi parlato dei grandi risultati ottenuti da Catania nel settore della cultura, con un incremento da 22.000 a 120.000 visitatori all’anno, ottenuti in questi tre anni nei musei ed eventi culturali, e dell’esperienza compiuta con la “Notte dei musei” , considerata il paradigma di quello che si sta facendo a Catania.

Il Ministro Franceschini ha poi firmato, nel Salone Bellini, il Libro d’onore della Città, esprimendo “L’orgoglio e la gioia di essere a Catania, capitale d’arte, di cultura, di bellezza, di storia“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin