Donna si rivolge allo sportello antiviolenza. Arrestato il marito per violenze | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Messina

In provincia di Messina sono stati aperti tanti sportelli aventi collegamento diretto con le Procure della Repubblica

Donna si rivolge allo sportello antiviolenza. Arrestato il marito per violenze

di
16 Dicembre 2016

Il Giudice dott. Andrea La Spada, P.M. dott.ssa Giorgia Orlando, nell’ambito del giudizio abbreviato – chiesto dall’imputato – ha emesso sentenza di condanna nei confronti di M. L. P. di anni 52, in quanto autore dei reati di maltrattamenti in famiglia, a moglie e figli contestati con recidiva ed aggravanti. La sentenza prevede la pena di anni due e mesi dieci di reclusione per l’incriminato.

La moglie del condannato si è rivolta nel gennaio 2016 allo sportello antiviolenza “Diana”di Mistretta, che nasce nasce dalla collaborazione congiunta della CO.TU.LE.VI, con presidente Aurora Ranno, e dell’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Liborio Porracciolo; lo sportello svolge, con proficui risultati, la sua attività di ascolto, sostegno e giustizia alle vittime della violenza di genere.

La signora ha ricevuto assistenza legale e psicologica e ha cominciato un percorso che, nei fatti, ha portato all’inchiesta del Tribunale di Patti.

15592402_10212150716829921_92322384_nIl caso di maltrattamenti in famiglia, preso in carico dallo sportello “Diana” di Mistretta, nello scorso mese di gennaio ha portato alla tempestiva denuncia ed alla rapida repressione dei reati commessi. L’attività d’indagine avviata lo scorso gennaio dalla Procura di Patti, delegata ai Carabinieri di Mistretta, si è conclusa con il giusto processo in cui vengono assicurate le garanzie processuali alle parti e soprattutto all’imputato.

Le parti offese sono state assistite e rappresentate in giudizio dall’avv. Francesca Tamburello che lavora anche come volontaria dello sportello Diana. “Questa è stata un’ esperienza non solo giuridica ma umana, manifestazione di un problema sociale molto attuale e vasto che impone alle coscienze di ognuno di noi di condividere progetti di sostegno alle vittime di tutte le violenze – continua l’avvocato Tamburello – Dal punto di vista giuridico-processuale, la parte civile ha visto accolte tutte le richieste ritualmente formulate, risarcimento dei danni, condanna al pagamento di una provvisionale immediatamente esecutiva e condanna alle spese processuali“.  In provincia di Messina sono stati aperti tanti sportelli aventi collegamento diretto con le Procure della Repubblica, coinvolgendo pm e investigatori per tutela e cautele per i minori e soggetti deboli – solitamente donne maltrattate – che vengono istradati sui percorsi da affrontare e sugli eventuali processi.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.