Operazione Blackout, dieci custodie cautelari per furti di rame nel trapanese | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Trapani

I 10 indagati erano già noti alle forze dell'ordine

Operazione Blackout, dieci custodie cautelari per furti di rame nel trapanese

di
30 Dicembre 2016

Nel corso della scorsa notte e nell’ambito dell’Operazione “Blackout” i carabinieri delle stazioni di Gibellina e Salaparuta hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare verso dieci persone: i capi d’imputazione contestati sono principalmente riconducibili a delitti contro il patrimonio, per lo più si tratta del furto di consistenti quantità di cavi elettrici con anima di rame – circa 400 kg in tutto – deunnamed-1stinati a essere trattati con bruciatura delle guaine protettive e poi rivenduti sul mercato nero.

Ma nel corso dell’indagine sono stati registrati altri preoccupanti delitti ai danni di strutture sia pubbliche che private o addirittura del sistema di illuminazione delle strade, con conseguente interruzione di pubblici servizi.

I dieci indagati erano già noti alle forze dell’ordine per i loro trascorsi e risultano destinatari di: una custodia cautelare in carcere per il tunisino Ali Bouaziz, 51 anni – era già in carcere a Trapani per altri reati – un arresto domiciliare per Gaetano Mancuso, 25 anni di Gibellina, cinque obblighi di dimora e tre obblighi di presentazione alla Polizia giudiziaria.
L’operazione è iniziata nel marzo del 2014 e tra indagini, perquisizioni, intercettazioni telefoniche e pedinamenti sono stati individuati i responsabili di reati tra i quali: ricettazione di elettrodomestici, furto di cavi di rame in danno della Fondazione “Tenute Orestiadi, del servizio di illuminazione sito in via Wainbligen e della piscina comunale di Gibellina, furto di cavi di rame dal servizio d’illuminazione pubblica del comune di Poggioreale, furto e ricettazione di 700 m. di cavi elettrici sottratti presso la diga Delia/Garcia di Castelvetrano, furto di cavi elettrici e tubi di rame presso il supermercato Despar di Partanna, furto della scultura bronzea del “Serpente realizzata da Piergiulio Montano, al tempo custodita presso il Palazzo di Lorenzo nella via degli Elimi di Gibellina e successivamente rinvenuta scomposta in varie parti dai Carabinieri delle Compagnie di Castelvetrano e Marsala.unnamed

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro