Sequestrati quintali di fuochi d'artificio illegali tra Palermo e Catania, un arresto | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Catania

Nelle due città i sindaci hanno vietato l'uso di qualsiasi materiale esplosivo

Sequestrati quintali di fuochi d’artificio illegali tra Palermo e Catania, un arresto

di
30 Dicembre 2016

A Palermo, nel quartiere Zen 2, sono stati trovati  due quintali di giochi di fuoco pronti per essere venduti illegalmente. La polizia del commissariato di San Lorenzo era – ed è – all’opera per recuperare la refurtiva degli oggetti sacri trafugati dalla chiesa di San Filippo Neri e gli uomini hanno perquisito i magazzini di Stefano Modica. Trovati e sequestrati i due quintali di materiale pirotecnico hanno poi arrestato l’uomo che è stato rinchiuso al carcere Pagliarelli. Gli artificieri hanno dovuto mettere in sicurezza i botti.

Sequestrati oltre mille kg di esplosivo anche a Catania, in un opificio tecnicamente non operativo, dove la polizia trovato 1.500 di materiale esplosivo per otto tonnellate di fuochi pirotecnici. Il titolare è stato denunciato per la fabbricazione di materiale esplodente in mancanza della licenza prefettizia e per omessa denuncia di
materie esplodenti.

Come in molte città italiane sia Palermo che Catania hanno vietato l’uso dei fuochi d’artificio. Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha emesso un’ordinanza che vieta l’accensione, il lancio e lo sparo di fuochi d’artificio, mortaretti, petardi, bombette e oggetti similari e sarà valida fino al prossimo 6 gennaio 2017. La violazione dell’ordinanza, ove non costituisca maggiore o diverso reato, comporta una sanzione compresa tra 25 e 250 euro. Vanno invece da 100 a 500 euro le multe per chi utilizzerà botti, petardi, razzi, fuochi d’artificio e pirotecnici di genere nel territorio di Catania senza licenza o autorizzazione. “Questo è il secondo anno che abbiamo posto il divieto per i botti – commenta il sindaco Enzo Bianco – C’è un problema serio di sicurezza e occorre adeguarsi. Così, come già fatto lo scorso anno, vorrei rivolgere un appello al senso civico dei Catanesi: viviamo il Capodanno in maniera serena”. 
© Riproduzione Riservata
Tag:
Balzebù
di Balzebù

M5S, la nuova spaccatura che sa di rottura definitiva del giocattolo

E’ cominciata molto prima del previsto la parabola discendente del Movimento 5 stelle. Probabilmente, non arriverà neanche alle prossime elezioni. Il disfacimento della creatura di Beppe Grillo è sotto gli occhi tutti. Ma nessuna sorpresa: un partito fondato soltanto sulla protesta non poteva avere un futuro

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin