395° Festino: inizia il cantiere all'Ucciardone. Il Carro verrà calato con una gru :ilSicilia.it
Palermo

Mercoledì 20 marzo alle 22,30

395° Festino: inizia il cantiere all’Ucciardone. Il Carro verrà calato con una gru

18 Marzo 2019

Lo avevano annunciato il direttore artistico Lollo Franco e l’organizzatore Vincenzo Montanelli che la 395esima edizione del Festino di Santa Rosalia sarebbe passata alla storia.

L’edizione 2019 entrerà nel pieno delle attività con un passaggio importante: mercoledì 2o marzo, infatti, il Carro Trionfale verrà spostato dai Cantieri Culturali della Zisa, partenza ore 21,30, per giungere, intorno alle 22,30, alla Casa di Reclusione Ucciardone “Calogero di Bona”.

Sarà proprio l’Ucciardone la sede in cui gli stessi detenuti realizzeranno il Carro, sotto la guida dello scenografo Fabrizio Lupo, che ha anche firmato il progetto, con l’ausilio dell’Accademia di Belle Arti, in un cantiere visibile dall’esterno.

Il Carro, che sarà scortato dalla Polizia Municipale, partirà dai Cantieri Culturali alla Zisa e percorrerà via Paolo Gili, Piazza Principe di Camporeale, Via Dante, via Turati, Piazza don Sturzo, via Isidoro Carini, via Generale Dalla Chiesa, Via Duca della Verdura.

L’area del parcheggio del carcere sarà debitamente illuminata per l’occasione: una gru, posizionata nella strada di fronte, solleverà la struttura che verrà calata nell’esatto punto dove si realizzerà il cantiere.

Successivamente, a lavori avanzati, sarà condotto nell’area parcheggio di Piazza del Parlamento per la rifinitura, gli assemblaggi definitivi e gli impianti audio e luci, in vista del 14 luglio 2019.

L’avvio dei lavori del Carro con un evento pubblico e istituzionale, al quale prenderanno parte tra gli altri Rita Barbera, Direttrice della Casa di Reclusione Ucciardone, il sindaco Leoluca Orlando e Adham Darawsha Assessore alle Culture, rappresenta il momento inaugurale di #aspettandoilfestino2019, un calendario di appuntamenti che condurranno al 395° Festino, con l’obiettivo di coinvolgere il popolo palermitano in ogni passaggio della “sua” festa.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.