395° Festino: inizia il cantiere all'Ucciardone. Il Carro verrà calato con una gru :ilSicilia.it
Palermo

Mercoledì 20 marzo alle 22,30

395° Festino: inizia il cantiere all’Ucciardone. Il Carro verrà calato con una gru

di
18 Marzo 2019

Lo avevano annunciato il direttore artistico Lollo Franco e l’organizzatore Vincenzo Montanelli che la 395esima edizione del Festino di Santa Rosalia sarebbe passata alla storia.

L’edizione 2019 entrerà nel pieno delle attività con un passaggio importante: mercoledì 2o marzo, infatti, il Carro Trionfale verrà spostato dai Cantieri Culturali della Zisa, partenza ore 21,30, per giungere, intorno alle 22,30, alla Casa di Reclusione Ucciardone “Calogero di Bona”.

Sarà proprio l’Ucciardone la sede in cui gli stessi detenuti realizzeranno il Carro, sotto la guida dello scenografo Fabrizio Lupo, che ha anche firmato il progetto, con l’ausilio dell’Accademia di Belle Arti, in un cantiere visibile dall’esterno.

Il Carro, che sarà scortato dalla Polizia Municipale, partirà dai Cantieri Culturali alla Zisa e percorrerà via Paolo Gili, Piazza Principe di Camporeale, Via Dante, via Turati, Piazza don Sturzo, via Isidoro Carini, via Generale Dalla Chiesa, Via Duca della Verdura.

L’area del parcheggio del carcere sarà debitamente illuminata per l’occasione: una gru, posizionata nella strada di fronte, solleverà la struttura che verrà calata nell’esatto punto dove si realizzerà il cantiere.

Successivamente, a lavori avanzati, sarà condotto nell’area parcheggio di Piazza del Parlamento per la rifinitura, gli assemblaggi definitivi e gli impianti audio e luci, in vista del 14 luglio 2019.

L’avvio dei lavori del Carro con un evento pubblico e istituzionale, al quale prenderanno parte tra gli altri Rita Barbera, Direttrice della Casa di Reclusione Ucciardone, il sindaco Leoluca Orlando e Adham Darawsha Assessore alle Culture, rappresenta il momento inaugurale di #aspettandoilfestino2019, un calendario di appuntamenti che condurranno al 395° Festino, con l’obiettivo di coinvolgere il popolo palermitano in ogni passaggio della “sua” festa.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.