395° Festino Santa Rosalia, edizione storica: il Carro verrà realizzato dai detenuti | Video interviste :ilSicilia.it
Palermo

si comincia con le attività il 30 marzo

395° Festino Santa Rosalia, edizione storica: il Carro verrà realizzato dai detenuti | Video interviste

di
9 Marzo 2019

Guarda le video interviste in alto 

Il 395° Festino di Santa Rosalia, patrona della città di Palermo, quest’anno offrirà delle novità che, con mesi di anticipo, condurranno alle celebrazioni del 14 luglio; tema dell’edizione corrente è “l’inquietudine“.

Lollo Franco
Lollo Franco

La prima significativa novità di questa edizione è la collaborazione con i detenuti della Casa di Reclusione Ucciardone “Calogero Di Bona”, fortemente voluta dal direttore artistico Lollo Franco, da una idea di Francesco Bertolino, Presidente della V Commissione Consiliare (Cultura) del Comune di Palermo.

La costruzione del Carro quest’anno sarà eccezionale” ha dichiarato Lollo Franco.

Gli ospiti della casa di reclusione, infatti, per la prima volta nella storia del Festino, realizzeranno il Carro Trionfale in onore della Santuzza, coadiuvati dallo scenografo Fabrizio Lupo, ideatore del Carro e docente dell’Accademia di Belle Arti di Palermo, istituzione partner del Festino.

Il cantiere per la costruzione sarà realizzato dentro l’area parcheggio del carcere, visibile dall’esterno, dove rimarrà per i mesi necessari ai lavori. Successivamente il Carro sarà spostato all’area parcheggio di Piazza del Parlamento per la rifinitura, gli assemblaggi e gli impianti audio e luci, in vista del 14 luglio 2019.

395 Festino

Io sono persona. Noi siamo comunità è questo il senso di questa attività fortemente voluta da tutti e che vede coinvolti gli ospiti del carcere Ucciardone, a sottolineare ancora una volta, che l’Ucciardone è Palermo, Palermo e’ l’Ucciardone e che Santa Rosalia è la Patrona di Palermo, di tutti i palermitani, nessuno escluso, dentro e fuori l’Ucciardone” – ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando.

L’altra novità inedita è #aspettandoilfestino2019, ideata dal direttore organizzativo dell’edizione corrente Vincenzo Montanelli, un calendario di attività artistico/culturali che, da marzo a luglio, coinvolgeranno diversi luoghi della città legati ad altrettanti rinomati appuntamenti, e che condurranno alla ricorrenza più sentita e partecipata dal popolo palermitano (qui il programma-eventi completo).

Durante la presentazione alla stampa, infine, è stato proposto ufficialmente l’accorpamento dei programmi religioso e popolare dei festeggiamenti; la proposta, che verrà valutata, è stata accolta con entusiasmo dai presenti.

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.