22 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.11

La rubrica della domenica

A “Bar Sicilia” Albanese (Confindustria): “Il reddito di cittadinanza? Uno scambio elettorale” | VIDEO

18 Novembre 2018

 

Guarda in alto il video della trentasettesima puntata

“Bar Sicilia” oggi, domenica 18 novembre, giunge alla trentasettesima puntata. La rubrica della domenica de ilSicilia.it con Alberto Samonà e Maurizio Scaglione ha ospite Alessandro Albanese, presidente di Confindustria Palermo e della Camera di Commercio di Palermo e Enna.

Albanese in merito al tema della carenza del lavoro per i giovani siciliani, dice che occorrerebbero politiche più mirate per l’inserimento dei ragazzi e per facilitare le assunzioni da parte delle imprese, e si scaglia contro il reddito di cittadinanza e contro il cosiddetto “decreto dignità” proposto dai 5Stelle e varato dal governo nazionale: “Quest’ultimo non incentiva la contrattualistica e il lavoro, perché togliendo i contratti a tempo determinato per imporre all’azienda contratti a tempo indeterminato che l’azienda non farà, avrà come effetto lo stop alle assunzioni. Il reddito di cittadinanza (mi viene difficile chiamarlo così) è una prebenda, uno scambio elettorale, che disincentiva il lavoro”. 

Il presidente di Confindustria risponde anche sul “caso Montante” e interviene sul peso avuto dalla sua associazione sui precedenti governi regionali siciliani, criticando gli effetti della presenza organica di rappresentanti della stessa Confindustria nelle giunte dei governatori Lombardo e Crocetta; “Quello è stato uno dei più grossi errori strategici di Confindustria Sicilia, perchè abbiamo avuto come conseguenza le mani legate quando si sarebbe dovuto contrastare o contraddire l’inerzia di quei governi. In merito all’attuale governo regionale, afferma che in alcuni settori ha azzeccato mettendo uomini bravi, ma in altri ha “toppato”. Lancia un guanto di sfida all’assessore alle Attività Produttive Mimmo Turano: “rivediamoci al 31 dicembre e vediamo quanto ha rendicontato il suo assessorato”. Infine, una stoccata alla politica sui rifiuti del governo regionale: “Ci vogliono i termovalorizzatori, non è vero che sono inutili e che con la differenziata riusciamo a risolvere i problemi. Il piano di Musumeci e di Pierobon in materia di rifiuti fa ridere“. 

Buona visione con la trentasettesima puntata di Bar Sicilia.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.