A "Bar Sicilia" Anthony Barbagallo: "Ecco come rinnoverò il Pd" | VIDEO | ilSicilia.it :ilSicilia.it

la rubrica della domenica

A “Bar Sicilia” Anthony Barbagallo: “Ecco come rinnoverò il Pd” | VIDEO

di
23 Febbraio 2020

 

Guarda in alto il video della 99ª puntata

Bar Sicilia“, la rubrica della domenica de ilSicilia.it con Alberto Samonà e Maurizio Scaglione, giunge alla sua 99ª puntata. Questa domenica 23 febbraio 2020 abbiamo come ospite Anthony Barbagallo, deputato regionale del Partito democratico e in corsa per diventare il nuovo segretario regionale dei Dem.

Barbagallo, infatti, sceglie proprio la nostra rubrica per annunciare che in queste ore depositerà la candidatura per guidare il Pd nell’Isola: “Il 28 febbraio – spiega – scadrà il termine per le candidature. Nei prossimi giorni formalizzerò la mia candidatura e si avvierà una fase di confronto sui temi, sulle scelte che vorremmo fare. Intanto occorre avviare una fase inclusiva. Vorrei innanzitutto un partito unito. Questo è il valore aggiunto della segreteria Zingaretti da portare anche in Sicilia e vorrei che il Pd fosse anche un partito che abbia le idee chiare: la lotta alle diseguaglianze, i temi della difesa dell’ambiente e la necessità di costruire un’alternativa a questa destra pericolosa che governa la Regione Siciliana”. 

Alla domanda su chi siano gli interlocutori naturali di questo nuovo Partito democratico, Barbagallo sottolinea che se dovesse diventare segretario, si rivolgerà a settori ampi per dare una scossa politica al centrosinistra: “Credo che il compito del Pd in Sicilia sia di costruire unì’alternativa alle destre che abbia come comune denominatore l’inclusività, mettendo dentro una parte del mondo moderato, la storia del mondo degli ecologisti, della sinistra e anche non sottovalutando il dibattito che c’è per adesso nel Movimento 5 Stelle. Ecco, tutto questo deve spingerci all’obiettivo di trovare un’alternativa comune per costruire una coalizione larga che garantisca alla Sicilia la costruzione di un’alternativa per il futuro dell’Isola”. 

Per farlo, afferma che servono idee concrete e una nuova classe dirigente del Pd: “E’ possibile ricostruire il partito, ripartendo dai territori, dai circoli. Abbiamo un tessuto da valorizzare, è la base. Ma siamo un partito che deve allargarsi: abbiamo la necessità di puntare su una classe dirigente nuova e guardare ai giovani, alle donne, ai nostri amministratori negli enti locali, per portare energie fresche. Uno dei temi, non soltanto di questa stagione congressuale, a me caro, è quello del rinnovamento”.

Infine, un’assoluzione per la travagliata fase del governo Crocetta, che ha visto il Pd al governo e lo stesso Barbagallo per un certo periodo nel ruolo di assessore regionale al Turismo: “Il Pd in una condizione difficile come quella ha fatto la sua parte. Venivamo da una situazione disastrosa per la Sicilia anche per quanto riguarda i conti pubblici. Sono problemi che la Sicilia si porta appresso dal 2001 / 2002. Noi in quella fase abbiamo provato a dare un contributo”.

Guarda in alto il video della 99ª puntata

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.