A Bar Sicilia con Alberto Firenze si parla di Covid e del nuovo vaccino Novavax CLICCA PER IL VIDEO :ilSicilia.it

puntata numero 192

A Bar Sicilia con Alberto Firenze si parla di Covid e del nuovo vaccino Novavax CLICCA PER IL VIDEO

di
6 Marzo 2022

CLICCA PER IL VIDEO IN ALTO

E’ il commissario per l’emergenza Covid a Messina Alberto Firenze l’ospite della puntata numero 192 di Bar Sicilia, con il quale il direttore responsabile de ilSicilia.it Manlio Melluso e il direttore editoriale Maurizio Scaglione hanno parlato del nuovo vaccino Novavax, della prossima fine dello stato d’emergenza per la pandemia in Italia e della necessità di mantenere comunque la guardia alta per evitare la recrudescenza del virus.

Prime battute sono dedicate al nuovo vaccino Novavax e alla differenza con gli altri vaccini: “Il nuovo vaccino Novavax è stato autorizzato dal Cts dell’Aifa a dicembre 2021 e arriva adesso in distribuzione anche nella Regione Siciliana, è operativo dal primo di marzo in tutti i punti vaccinali. A differenza di quelli che tutta la gente conosce, che sono i vaccini Moderna o Pfizer, che sono quelli con RNA messaggero, questo è su base di proteine purificate ricombinanti che si assemblano tra di loro e formano delle particelle simil-virali che di fatto attivano la risposta immunitaria“.

Un vaccino per tutte le categorie di soggetti? Risponde Firenze: “Questo vaccino viene indicato per le persone che hanno superato i 18 anni, in questo momento. Magari fra sei mesi, continuando gli studi, ci diranno che può essere anche somministrato a chi ha un’età inferiore. Non ci sono indicazioni contrastanti alla somministrazione per quanto riguarda le donne in gravidanza o in allattamento. E’ un vaccino per così dire sicuro“.

Eppure Novavax, nelle prime settimane in cui sono partite le somministrazioni, non ha registrato un grossi numero di persone che si sono vaccinate. Scetticismo?: “Novavax entra in funzione in un momento in cui c’è un calo della vaccinazione nella sua complessità. Abbiamo un calo di contagi e una quantità di gente al di sopra dell’80%, donne  e uomini che si sono già vaccinati in Sicilia. Poi ci sono anche coloro che pensano ‘non mi sono vaccinato finora, perché devo farlo adesso?”, un modo si pesare errato che porta avanti un  certo tipo di gente. E’ comunque la complessità della campagna vaccinale che bisogna tenere in considerazione per capire la mancanza di diffusione di Novavax“.

L’annuncio del termine dello stato di emergenza Covid per fine marzo è conciso con l’esplosione della guerra in Ucraina: qual è il rischio che le due circostanze determino un abbassamento della guardia sul fronte coronavirus? “Il rischio è alto, siamo passati dall’avere 60 milioni di esperti virologi in Italia a 60 milioni di esperti di guerra e geopolitica sui social. Quello che manca è immaginare di ‘shiftare’ la struttura commissariale di oggi a strutture legate a tutte le maxiemergenze, che siano calamità naturali, emergenze pandemiche o di guerra“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.