13 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 07.41

la rubrica della domenica

A “Bar Sicilia” Dario Cartabellotta: “Pesca e agricoltura strategiche per l’Isola” | VIDEO

16 Settembre 2018

 

Guarda in alto il video della ventottesima puntata

Ospite della ventottesima puntata di “Bar Sicilia“, la rubrica della domenica de ilSicilia.it condotta in redazione da Giuseppe Bianca, Alberto Samonà, Maurizio Scaglione, oggi, domenica 16 settembre, è Dario Cartabellotta, dirigente generale del Dipartimento Pesca Mediterranea della Regione Siciliana.

In merito all’annosa questione delle “quote tonno” che desta tante lamentele e tante aspettative da parte dei pescatori siciliani, Cartabellotta ricorda come sarà il Tar del Lazio a stabilire se alla Sicilia si potranno assegnare maggiori quote tonno, così come richiesto dal presidente della Regione Nello Musumeci. Le marinerie siciliane, comunque, hanno cominciato da anni un percorso di rinascita, mentre fino a qualche anno fa si parlava di “rottamazione delle barche”. Cartabellotta in questi anni ha lavorato come dirigente con ben quattro presidenti della Regione (Cuffaro, Lombardo, Crocetta, Musumeci) che si sono succeduti alla guida della Sicilia e racconta qualche aneddoto su episodi avvenuti sotto le quattro presidenze.

Parla anche del vino e di come questo settore ha avuto negli ultimi decenni un exploit senza precedenti, al contrario di anni in cui non c’era una sufficiente consapevolezza delle potenzialità della Sicilia. Questo anche grazie alla nascita del Doc Sicilia.

Buona visione con la ventottesima puntata di Bar Sicilia.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Una Mattina Diversa

Carissimi, erano quasi le ore 20.00 quando al mio congestionato telefonino mi giunse una telefonata da un numero al quale non potevo non rispondere. La voce era quella del segretario particolare del segretario del grande capo.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.