14 dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 00.13
caronte manchette
caronte manchette

la rubrica della domenica

A “Bar Sicilia” il segretario della Cisl Milazzo: “Alla Regione più personale competente e nuove assunzioni” | VIDEO

15 luglio 2018

Guarda il video della ventitreesima puntata in alto

Oggi, domenica 15 luglio, per la ventitreesima puntata di “Bar Sicilia“, la rubrica domenicale de ilSicilia.it condotta in redazione da Giuseppe Bianca, Alberto Samonà, Maurizio Scaglione, è ospite Mimmo Milazzo, segretario regionale della Cisl.

Per Milazzo occorre superare il problema del precariato ed è necessario potenziare la pubblica amministrazione, rivedendo la struttura organizzativa della Regione. In particolare, secondo il segretario della Cisl, alla luce dei pre-pensionamenti che arriveranno entro il 2020 e di 5 mila unità in meno, bisogna puntare su una maggiore qualifica del personale e tornare ad assumere. “Occorre orientare il governo Musumeci a fare scelte concrete. La necessità è di avere dirigenti e funzionari competenti. L’apertura al concorso pubblico è indispensabile e premiare il merito è fondamentale. Speriamo che possa innestarsi nei prossimi mesi una programmazione di assunzione del personale per le alte qualifiche”.

Milazzo espone poi il proprio punto di vista sulle ex province, sul governo regionale e su quello nazionale, auspicando un confronto sui temi del lavoro con le parti sociali.

Buona visione con la ventitreesima puntata di Bar Sicilia.

Tag:
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Radiografia, Tac e Pet: tra nuove tecnologie e ars medica

L’attuale presidente della Società Italiana di Radiologia Medica, professore Roberto Grassi, ha dichiarato un po' di tempo fa che "Abbiamo bisogno di clinici che facciano i clinici, di medici che facciano i medici, perché in gioco non c’è solo spreco di risorse, ma anche la sicurezza dei pazienti, che devono essere esposti a radiazioni ionizzanti solo se veramente necessario".
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Abbiamo molto da imparare

“Nzu”! Suono quasi gutturale che usciva con una smorfia da chi quasi a significarvi che “nenti sacciu e nenti sapia” voleva chiudere al nascere qualunque tipo di conversazione e tu sapevi che anche se ti fossi perso era certamente giunto in Sicilia.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.