20 febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.47
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11

la rubrica della domenica

A “Bar Sicilia” il vicepresidente Ars Di Mauro: “Il Sud è una priorità” | VIDEO

7 ottobre 2018

 

Guarda in alto il video della trentunesima puntata 

Per Bar Sicilia, la rubrica della domenica de ilSicilia.it condotta in redazione da Giuseppe Bianca, Alberto Samonà, Maurizio Scaglione, oggi, domenica 7 ottobre il nostro ospite è il vicepresidente vicario dell’Ars Giovanni (Roberto) Di Mauro, eletto al parlamento regionale nella lista “Popolari e autonomisti”.

Nel corso della puntata odierna si discute delle recenti iniziative legislative del parlamento siciliano e del fatto che all’Ars non c’è una maggioranza politica. “In alcuni casi questo non è un limite – spiega Di Mauro- come nel caso del disegno di legge sulle Ipab che ho presentato”.

In merito alla escalation politica della Lega in Sicilia, l’esponente degli autonomisti spiega l’assenza di rapporti fra loro e il Carroccio, motivandoli con la “mancanza di un interesse reciproco”. “I leghisti sono ancora legati alla politica romana che guarda al Nord, mentre noi vogliamo una Sicilia e il Sud centrale nella politica nazionale”. 

Di Mauro, fra le altre cose, parla del recente voto dell’Aula che ha varato la cosiddetta “legge Fava” con la quale si obbligano i deputati a dichiarare l’eventuale appartenenza massonica. Di Mauro ha votato contro: “Mi sembra un segnale pericoloso. Questa legge ha evidenti profili di incostituzionalità, ma si pone un grave limita alla libertà di associazione garantito a tutti i cittadini”.

Un’ultima stoccata il vicepresidente dell’Ars la riserva alla proposta di abolizione dei vitalizi per gli ex parlamentari.

 

Buona visione con la trentunesima puntata di Bar Sicilia.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Non sono mai Bianche

Chi sa quante volte era ritornato su quel posto con la mente. Ci tornava costantemente rivivendo la stessa mattinata, sempre la stessa, per cercare dove quella volta aveva sbagliato. Aveva poco più che trenta anni e lavorava da sempre.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Figlio inferiore e padre superiore

Le paturnie e i pensieri ossessivi sono alimentati dagli oggetti interiorizzati, dalla rappresentazione interna dei genitori, in questo caso, specialmente, del padre, idealizzato come uomo superiore, contro lui che è, invece, l’uomo inferiore.