A "Bar Sicilia" parliamo di autonomia siciliana: "Le risorse restino nella nostra Isola" | VIDEO | ilSicilia.it :ilSicilia.it

la rubrica della domenica

A “Bar Sicilia” parliamo di autonomia siciliana: “Le risorse restino nella nostra Isola” | VIDEO

di
26 Maggio 2019

 

Guarda in alto il video della 64ª puntata

Per la 64ª puntata di “Bar Sicilia”, la rubrica de ilSicilia.it con Alberto Samonà e Maurizio Scaglione, oggi, domenica 26 maggio 2019, parliamo di autonomia siciliana e dello Statuto della nostra Regione, emanato il 15 maggio del 1946.

E lo facciamo insieme al vicepresidente della Regione Siciliana, Gaetano Armao, al professore Ignazio Buttitta dell’Università degli studi di Palermo e allo studioso e scrittore Pasquale Hamel, che abbiamo incontrato sotto la statua di Giuseppe Pitrè, a Palermo.

Un’autonomia di cui in tanti hanno parlato nei decenni, ma che a distanza di oltre settant’anni dalla sua entrata in vigore non ha prodotto gli effetti desiderati.

“Lo Statuto siciliano – spiega Pasquale Hamel – è stato una sorta di accordo delle classi dirigenti siciliane, allo scopo di impedire il cambiamento. Lo Statuto lo considero un prodotto giuridico molto debole. Alla fine si è creato una sorta di Stato in sedicesimi e non era questo lo scopo iniziale, nonostante ci fossero stati tentativi per fare dello Statuto uno strumento di promozione, di crescita economica e sociale per la Sicilia. Occorrerebbe oggi modificarlo, perchè la Regione è un organo che concentra tante competenze che, invece, dovrebbero essere devolute a province e comuni, mentre la Regione dovrebbe restare solo un organo politico.”

ButtittaSecondo Ignazio Buttitta,”la narrazione della storia culturale della Sicilia è stata proposta in modo parziale. Gli aspetti fondativi dell’identità siciliana non hanno mai trovato uno spazio di comunicazione adeguato a livello diffuso, ma sono rimasti confinati agli studiosi. Anche la questione unitaria e post-unitaria non è stata trattata in modo sufficientemente critico. Io credo che il problema sia quello della diffusione delle conoscenze: la conoscenza diffusa genera un senso di appartenenza e promuove l’identità e questo è certamente mancato”. 
Il vicepresidente della Regione Gaetano Armao sottolinea come “l’autonomia sia stata pensata dai padri dello Statuto come un bisogno. Nell’elaborarlo, immaginarono che la Sicilia per essere autonoma dovesse avere le risorse finanziare per alimentare lo svolgimento delle funzioni. Si è prevista anche l’autonomia fiscale, cioè la potestà di trattenere le risorse prodotte in Sicilia per realizzare servizi. Ma in questi oltre 70 anni lo Stato ha progressivamente compresso questa autonomia fiscale, l’ha svilita. Il governo Musumeci lo scorso 15 maggio ha ridisegnato le norme di attuazione dello Statuto per rinegoziare l’autonomia finanziaria. Entro settembre dovremo riscrivere l’autonomia finanziaria, affinchè le risorse prodotte dai siciliani restino in Sicilia”. 

Guarda in alto il video della 64ª puntata

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Agenda

di Renzo Botindari

Memento di una Persona Perbene

Mentre tutti oggi onorano la rimembranza di questi personaggi, io amareggiato penso a quelle che saranno state le loro ultime ore di vita, delusi, traditi e chiusi in sé stessi nell’attesa che qualcosa di brutto potesse accadergli.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin