A "Bar Sicilia" parliamo di ristoranti e parrucchieri: "Riaprire il 18? Molte le criticità" | VIDEO :ilSicilia.it

la rubrica della domenica

A “Bar Sicilia” parliamo di ristoranti e parrucchieri: “Riaprire il 18? Molte le criticità” | VIDEO

di
17 Maggio 2020

 

Guarda in alto il video della 111ª puntata

Oggi, domenica 17 maggio 2020, “Bar Sicilia“, la trasmissione de ilSicilia.it con Alberto Samonà e Maurizio Scaglione, giunge alla sua puntata 111 e affronta il tema delle riaperture di ristoranti, bar, parrucchieri, sale da barba e centri estetici che possono tornare a lavorare a partire dal 18 maggio.

Per farlo, abbiamo ospiti in redazione – sempre rispettando le distanze di sicurezza – Gigi Mangia, chef e ristoratore palermitano, e Nunzio Reina, parrucchiere, presidente di Confesercenti Sicilia per l’area attività produttive e vicepresidente della Camera di Commercio di Palermo ed Enna.

“Per quanto riguarda i ristoranti – spiega Gigi Mangia – la percentuale di riaperture non sarà altissima. A Palermo attorno al 70 per cento non riapriranno. Per Siracusa resta chiuso il 95 per cento. Sono dati che dovrebbero far meditare i nostri governanti. Per riaprire noi vogliamo farlo lavorando senza angoscia ma con serenità. La Sicilia oggi potrebbe permetterselo, ma occorre dare un messaggio di sicurezza vera. Per il futuro dovremo rivedere molte cose, con una economia che dovrà essere più attenta ai territori, al nostro patrimonio culturale e alimentare, ma al contempo accettare la sfida di essere interconnessi, soprattutto usando il remoto per tantissime cose, come la scelta dei menù e le prenotazioni on line”.

Fermo restando che noi dobbiamo aprire perchè abbiamo necessità di andare a lavorare e subiamo il problema dell’abusivismo – sottolinea Nunzio Reina – noi che oggi siamo in grado di offrire un servizio di qualità offrendo un servizio di qualità con tutte le prescrizioni, non possiamo risultare penalizzati e quindi riapriamo. Chi non riaprirà sono in pochi: coloro che non riescono a rispettare le distanze,perchè magari hanno locali troppo piccoli. Ma la stragrande maggioranza per tempo ha realizzato tutte quelle iniziative per riaprire in sicurezza”.

Guarda in alto il video della 111ª puntata

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin