A "Bar Sicilia" Sammartino (Italia Viva): "Il governo Musumeci cambi marcia" | VIDEO :ilSicilia.it

la rubrica della domenica

A “Bar Sicilia” Sammartino (Italia Viva): “Il governo Musumeci cambi marcia” | VIDEO

di
24 Novembre 2019

 

Guarda in alto il video della 86ª puntata

A “Bar Sicilia“, la rubrica de ilSicilia.it con Alberto Samonà e Maurizio Scaglione, oggi, domenica 24 novembre 2019, per la 86ª puntata è nostro ospite Luca Sammartino, presidente della “V commissione Cultura, Formazione e Lavoro” dell’Ars ed esponente di “Italia Viva“, la nuova formazione politica di Matteo Renzi.

“Abbiamo tenuto a battesimo Italia Viva anche in Sicilia – sottolinea Sammartino – con una grande manifestazione a Catania. Abbiamo l’ambizione di voler raccontare nei territori un’Italia che non si arrende al qualunquismo ma che vuole mettere in campo proposte utili ai nostri concittadini nella grande assenza che la politica in questi anni ha dimostrato. Non parliamo di Centro, ma vogliamo superare queste categorie, siamo dall’altra parte rispetto agli estremismi, rispetto agli antieuropeisti e ai sovranisti, ma vogliamo andare oltre il Centro. Siamo in una nuova fase politica: c’è uno spazio per gli italiani normali, che vogliono mettere in campo proposte concrete che abbiano per fondamento la voglia di tornare a fare politica”.

Uno sguardo anche alla Sicilia e all’attuale assetto regionale: “Il mio giudizio sull’esperienza del governo Musumeci è di un governo che ha ereditato tante difficoltà che hanno la necessità di un esecutivo che – sia sui conti che sulla proposta – deve iniziare a far capire ai Siciliani la propria idea di Sicilia. Vedo, però, che manca una visione: l’auspicio è che Musumeci cambi marcia dopo la parifica della Corte dei conti. Vedo un governo assente e immobile sui grandi temi, sulla grande vertenza Sicilia: stare a guidare la Regione senza una visione non fa bene né a lui e neanche ai Siciliani”. 

Rispetto alla politica nazionale e a Renzi che sta al governo criticando però ogni giorno le altre forze di maggioranza, soprattutto Pd e 5 Stelle, Sammartino precisa che “quelle di Renzi sono proposte, non bordate. Noi non vogliamo minare il campo di un governo nato dopo il Papeete. Semmai proponiamo temi e questo non vuol dire assecondare necessariamente le scelte che il governo mette in campo se non c’è dialogo. La politica è dialogare fra le forze che oggi costruiscono la maggioranza del governo Conte bis e che hanno a cuore i prossimi mesi e i prossimi anni del nostro Paese. Io spero che le nostre proposte siano sostenute da tutti, perchè – come il Piano infrastrutturale choc – sono rivolte al bene del Paese e per questo vorremmo che siano accolte anche dalle minoranze, da Forza Italia, dalla Lega e da Fratelli d’Italia”. 

Guarda in alto il video della 86ª puntata

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.