A "Bar Sicilia" sindaci e operatori della cultura: Riscopriamo i luoghi dell'anima | VIDEO :ilSicilia.it

la rubrica della domenica

A “Bar Sicilia” sindaci e operatori della cultura: Riscopriamo i luoghi dell’anima | VIDEO

di
26 Aprile 2020

Guarda in alto il video della 108ª puntata

Oggi, domenica 26 aprile 2020, “Bar Sicilia“, la trasmissione de ilSicilia.it con Alberto Samonà e Maurizio Scaglione giunge alla sua puntata numero 108. Una puntata registrata ancora una volta da casa, in attesa che passi la fase dell’emergenza sanitaria.

Protagonista è oggi la Sicilia della cultura, dell’identità, di centri che legano alla propria storia l’occasione per ripartire. Una Sicilia che scalda i motori in vista di una stagione estiva, che potrà rappresentare la rinascita della nostra terra e del turismo culturale nei nostri amati luoghi.

Una riflessione che facciamo insieme a Filippo Taranto, sindaco di Montalbano Elicona, sui Nebrodi, che ci parla del bellissimo castello medievale e dell’altopiano dell’Argimusco, luogo unico, non soltanto in Sicilia ma in Europa e dei tanti progetti in campo.

Con noi anche Fulvia Toscano, direttore artistico del festival Naxoslegge, fra i più importanti appuntamenti letterari della Sicilia, che quest’anno compie dieci anni e che proprio in questi giorni ha concordato di realizzare un progetto che si chiama “Restate in Sicilia”.

Ospite di Bar Sicilia è anche Nino Cammarata, sindaco di Piazza Armerina, che ospita uno siti Unesco più importanti della Sicilia, con la Villa Romana del Casale che ogni anno attrae centinaia di migliaia di visitatori, ma anche con le sue cento chiese.

E ancora, il direttore dell’Ente Luglio Musicale Trapanese, Giovanni Battista De Santis, che punta la propria riflessione sul teatro e sottolinea come sia necessario ripartire da eventi all’aperto in vista della bella stagione, rispettando distanze e norme igienico-sanitarie. Il teatro, come cuore pulsante dell’industria culturale della Sicilia e del Paese.

E non può mancare il sindaco Franco Valenti di Santa Margherita di Belice, città simbolo legata al Gattopardo e a Giuseppe Tomasi di Lampedusa e al quale dedica un prestigioso premio letterario, la cui giuria è presieduta da Gioacchino Lanza Tomasi. Anche qui la parola d’ordine è ripartire dalla cultura affinché, anche a causa di questo periodo in cui tutti siamo stati più con noi stessi, si riscoprano i valori essenziali della vita, tornando a frequentare i luoghi dell’anima.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

“La casa di carta”, da flop a fenomeno planetario

Nel maggio del 2017 in Spagna viene messa in onda per la prima volta la serie tv "La casa de papel" che, dopo un lusinghiero iniziale consenso di pubblico, vede diminuire rapidamente gli ascolti - tanto che al termine della seconda stagione i produttori e di conseguenza il cast ritengono concluso il progetto

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin