A "Bar Sicilia" tre ospiti speciali per parlare della tonnara di Favignana e del tonno rosso | VIDEO :ilSicilia.it

la rubrica della domenica

A “Bar Sicilia” tre ospiti speciali per parlare della tonnara di Favignana e del tonno rosso | VIDEO

di
25 Novembre 2018

 

Guarda in alto il video della trentottesima puntata

Si parla di tonno rosso e tonnare, di Favignana e della pesca in Sicilia nella trentottesima puntata di “Bar Sicilia” che va in onda oggi, domenica 25 novembre. La rubrica della domenica de ilSicilia.it con Alberto Samonà e Maurizio Scaglione ha ospiti l’assessore regionale all’Agricoltura e Pesca Edy Bandiera, il Dipartimento della Pesca Mediterranea della Regione Siciliana, Dario Cartabellotta, e l’imprenditore Filippo Amodeo, della Nino Castiglione srl, operatore autorizzato alla gestione della tonnara di Favignana.

Nelle scorse settimane è arrivato il decreto del Ministero delle Politiche agricole, grazie al quale la tonnara di Favignana potrà presto essere utilizzata per la pesca del tonno rosso. Una sfida a cui avevamo creduto anche noi de ilSicilia.it fin dal primo momento, che, con un ruolo propositivo, abbiamo seguito passo passo l’iter che ha portato a questo importante risultato.

E proprio con riferimento alla tonnara di Favignana, l’assessore Edy Bandiera sottolinea, in particolare, come “grazie al gioco di squadra, è stato possibile arrivare fin qui: un risultato i cui meriti sono ascrivibili al concorso di tutti quanti si sono spesi attorno a questo progetto e si muove in linea con ciò che in Sicilia stiamo portando avanti come governo regionale. Un risultato epocale, importante in chiave economica, culturale e turistica.

Il direttore Dario Cartabellotta spiega come il prossimo passo sarà la definitiva assegnazione della quota tonno rosso, in modo che si torni finalmente a pescare. “Ricordiamo che la tonnara stava per essere cancellata, ma poi tutti ci abbiamo creduto e adesso possiamo guardare al futuro. Nascerà anche un’accademia del tonno rosso, per promuovere e far rivivere la cultura della pesca, attraverso la conoscenza della sua storia e delle sue tradizioni”.ù

Filippo Amodeo traccia il quadro della situazione, spiegando come l’iter vada completato, ma che a regime, non appena si ritornerà a pescare a Favignana, sarà possibile dare lavoro non soltanto alle 50 persone di equipaggio, ma le ricadute positive si avranno anche sull’indotto che è molto grande e sull’intero territorio”

Guarda il video della trentottesima puntata in alto

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.